Published On: Sab, Feb 15th, 2014

SestriLevanteIn al ritorno dalla Bit di Milano

sestrilevantein alla bit di milanoSESTRI LEVANTE. Una due giorni frenetica, per un’agenda fittissima di appuntamenti già fissati da oltre un mese. Di ritorno dalla Fiera internazionale del turismo Bit di Milano, il Consorzio si dichiara soddisfatto. “Dobbiamo questo successo alla fortunata collaborazione con l’agenzia di viaggi “Baia del Silenzio” del nostro consorziato Rossano Bianchi, l’Associazione Albergatori, il Consorzio di operatori per la ricettività diffusa dell’entroterra “Nonsolomare” e con la Cantina Bisson, che ha fornito campioni omaggio di un vino autoctono – spiega la presidente Lara Gianelli -. Si attende ora che gli accordi stipulati con i buyer incontrati in fiera, numerosissimi, si concretizzino: spetterà ai nostri operatori inviare prezzi delle strutture, dei pacchetti e dei servizi offerti”.

IMG-20140214-WA0005Nella giornata di giovedì 13 febbraio erano 15 gli incontri in agenda: tour operator russi in primo piano, ma anche alcuni americani e un olandese. Nella giornata di venerdì ancora tanti russi e olandesi (che hanno già manifestato l’intenzione di venire a Sestri Levante per un sopralluogo in zona e per conoscere le strutture di accoglienza), ma anche un gruppo tedesco e uno inglese. “Tutti i tour operator hanno manifestato un forte desiderio di conoscere la Liguria, perché la loro stessa clientela inizia a richiedere di poter visitare altri luoghi al di fuori dei tradizionali circuiti di Portofino e Cinque Terre – spiega Florentina Ladaru, segretaria dell’Associazione Albergatori -. Sestri Levante si è rivelata l’alternativa vincente per la sua posizione strategica, e per il fatto che può offrire un’ampio ventaglio di possibilità ai turisti, potendo contare non solo sul mare, ma anche sull’interno. Sono rimasti entusiasti di scoprire che la città conta su molte spiagge, alcune sabbiose e altre di sassi, ma anche su un vicino entroterra. Passeggiate a cavallo, corsi di cucina per approfondire la conoscenza della realtà tradizionale italiana e locale, enogastronomia sono state le richieste più ricorrenti. Se i russi hanno mostrato i apprezzare l’ampia offerta di alberghi a 4 e 5 stelle che la città offre, permettendo così di raggiungere in poco tempo la Piazzetta di Portofino o la Via dell’Amore, gli americani si sono detti interessati a tutto quel ventaglio di attività alternative al tradizionale mare o sentiero”.

bit 2014A tutti i tour operator è stato consegnato un kit con il dvd contenente gli highlights del territorio in inglese, compresa una storia della città di Sestri Levante e una carrellata delle vicine località turistiche; una mappa con tutti gli alberghi della città e i sentieri delle Cinque Terre, più i depliant forniti dall’assessorato al Turismo della Provincia di Genova. “Abbiamo consegnato anche il materiale informativo del Consorzio di operatori per la ricettività diffusa “Nonsolomare”, particolamente apprezzato in quanto ideale integrazione dell’offerta legata al mare – aggiuge Ladaru -. Nella postazione del Consorzio era presente anche uno schermo touch, attraverso il quale i buyer potevano navigare ed esplorare il portale turistico “My Riviera holiday”, visionando l’ampia gamma di pacchetti disponibili, tutti improntati al turismo esperenziale”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>