Published On: Lun, Dic 2nd, 2013

Settantesimo anniversario del primo bombardamento di Sestri Levante

Domenica 1 dicembre 2013 è il settantesimo anniversario del primo bombardamento di Sestri (1.12.1943, quando fu bombardata anche Trigoso).
Purtroppo immaginiamo che pochi se ne siano ricordati. Ringraziamo pertanto il concittadino Umberto B. -che da Sestri si è mosso in diverse zone del mondo, diventando poi presidente di un’importante istituzione della UE- per queste parole a monito della follia delle guerre. Ricordandoci che a scatenare una guerra è quasi sempre una dittatura.

Il primo dicembre 1943 uno  stormo di bombardieri Alleati colpì lo stabilimento industriale della Tubifera (FIT) e fece un certo numero di morti (non si è mai saputo esattamente quanti, forse una ventina). Ricordo i cadaveri allineati lungo il muro esterno dello stabilimento, sulla via Aurelia, coperti di teli neri. Era uno spettacolo nuovo, nell’anno successivo ci facemmo l’abitudine. La mia casa fu bombardata il 20 dicembre, insieme allo stabilimento del Tannino; la nostra vicina del piano di sotto fu trovata a cinquanta metri di distanza, decapitata. Di un ragazzo mio coetaneo furono trovati solo pochi resti. Mia madre si prese una scheggia nel cuore: inspiegabilmente sopravvisse, ma per tre anni rimase immobile in un letto d’ospedale, a Chiavari.  E’ morta a 99 anni, sempre con la sua scheggia conficcata nel cuore. Pelle dura, d’altri tempi!

santa Caterina sull'isola

santa caterina

Santa Caterina dopo il bombardamento

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. mabi navone ha detto:

    Eravamo già sfollati a Velva e quel giorno passarono bassi sulle nostre teste tantissi aerei grossi che noi chiamavamo “fortezze volanti” Si dirigevano su Sestri e poco dopo ,senza sentire alcun rumore, vedemmonuvole di polvere e gigantesche fontane di acqua di mare. Morirono vicino alla casa del FASCIO i due bimbi di nostri amici con la loro balia…..

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>