Published On: Gio, Nov 8th, 2012

Sfiduciate Montaldo! La Lega nord rapallese esorta i regionali

Share This
Tags

montaldo claudio

RAPALLO. Clau­dio Mon­taldo non ha pace. Alle sue dichia­ra­zioni di lunedì scorso sul futuro dell’ospedale di Rapallo è seguito un tur­bi­nio di repli­che bel­li­ge­ranti. L’ultima in ordine di tempo, ma più dra­stica nei con­te­nuti, è quella della sezione rapal­lese della Lega Nord.

Appresa la mani­fe­sta con­tra­rietà dei tre con­si­glieri regio­nali e capo­gruppo di Mag­gio­ranza Capurro, Chiesa e Limo­ni­cini, il locale segre­ta­rio del car­roc­cio chiede che “que­sta presa di posi­zione non sia una mera opera di pro­pa­ganda poli­tica pro voti, ma che venga attuata pre­sen­tando una richie­sta di Sosti­tu­zione del asses­sore Mon­taldo (ex mozione di sfi­du­cia) al pre­si­dente della Regione Ligu­ria Burlando”.

I tre regio­nali hanno espresso in più occa­sioni la loro con­tra­rietà alla deci­sione dell’Assessore regio­nale alla sanità Clau­dio Mon­taldo di non avva­lo­rare la richie­sta di col­la­bo­ra­zione della strut­tura pri­vata ICLAS (ex Villa Azzurra) con l’ospedale Nostra Signora di Mon­tal­le­gro di Rapallo e di limi­tare la col­la­bo­ra­zione per l’attività car­dio­chi­rur­gica con la strut­tura stessa fino alla fine del 2013.

“Ci si chiede come non si possa risol­vere que­sta situa­zione con tanti con­si­glieri di mag­gio­ranza in dis­senso con l’assessore Mon­taldo” — pro­se­gue Gabriele Basso sicuri che una richie­sta di sosti­tu­zione ver­rebbe votata favo­re­vol­mente anche da molti con­si­glieri di Opposizione.

“In piu’ occa­sioni l’assessore si e’ dimo­strato non super par­tes per il pro­blema Villa Azzurra e rite­niamo che non stia seguendo le linee det­tate dalla spen­dig rewiev che indica pro­prio la ces­sione di parti del’attivita sani­ta­ria pub­blica in favore del pri­vato con minori costi gestio­nali per la regione. Ricordiamo che in tutte le Regioni Ita­liane dove l’attività sani­ta­ria è in parte ceduta in gestione a pri­vati si sono creati dei poli di eccel­lenza rico­no­sciuti in tutto lo stato Ita­liano e che molti nostri con­cit­ta­dini Liguri pre­fe­ri­sco migrare in Lom­bar­dia o in pro­vin­cia di Ales­san­dria per avere cure in tempi veloci e con strut­ture pri­vate , accre­di­tate, che svol­gono un ser­vi­zio di primo livello. La chiu­sura della strut­tura — con­clude la Lega Nord —por­te­rebbe inol­tre alla per­dita di posti di lavoro e dell’indotto che que­sta atti­vità sul ter­ri­to­rio ruen­tino porta ogni anno”. 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>