Published On: Lun, Mag 25th, 2020

Si ristruttura l’Alberghiero Marco Polo di Calvari. Si faccia lo stesso con l’Agrario Marsano

Per l’istituto alberghiero Marco Polo in val Fontanabuona “Città Metropolitana di Genova ha approvato il progetto per la realizzazione di una nuova cucina didattica con sala ristorante. Sono stati assegnati anche i lavori di ripristino della struttura esterna ad uso palestra

“L’Istituto aveva espresso la necessità di avere a disposizione spazi adeguati per le attività didattiche di cucina e sala in quanto con quelli attuali è difficile gestirle – afferma il consigliere metropolitano Marco Conti – per la realizzazione dell’opera il quadro economico relativo al progetto approvato con atto dirigenziale è pari € 300.000,00 e gli uffici hanno valutato la possibilità di presentare una richiesta di contributo a valere sul Fondo Strategico Regionale”.

“Per quanto riguarda invece il ripristino della struttura esterna ad uso palestra, recentemente sono stati aggiudicati i lavori di ripristino al Consorzio Stabile Costruendo S.r.l di Puegnano sul Garda (BS) per un importo totale di € 212.156,97 – continua il Capogruppo di Liguria Popolare – si tratta di un’opera molto attesa che è finanziata con fondi della Città Metropolitana.

“Mi preme ricordare che nella gestione del bilancio dell’Ente, questa amministrazione ha puntato molto sulla programmazione, su di un controllo attento della spesa e sull’aumento dell’efficienza – prosegue Conti – devo esprimere un personale ringraziamento al collega del gruppo popolare Salvatore Muscatello, consigliere con delega al Bilancio, per la professionalità e competenza riposta nella gestione finanziaria. E’ per me motivo di orgoglio fare parte della squadra del Sindaco metropolitano Marco Bucci perché ha saputo dare a questo Ente una prospettiva di sviluppo futuro visto l’importante ruolo di coordinamento che ha con i comuni”.

Sarà anche importante che -sempre in val Fontanabuona a San Colombano Certenoli- si studi il rilancio dell’Istituto Agrario Marsano, che ha ottime possibilità di crescita, visto che nell’entroterra del Tigullio e di tutta la Liguria ci sono buone prospettive di sviluppare un’agricoltura 4.0, basata su coltivazioni organiche, su prodotti a km. zero e legati alle millenarie coltivazioni del posto, ma anche redditizi progetti legati all’impianto di specie fitoterapiche, di spezie, di piante per la cosmesi: in Liguria cresce ogni genere di pianta, dallo zenzero alla curcuma, dal goji al noni, dal coriandolo a mille altre specie eccellenti per la nostra salute e per il settore enogastronomico. Si crei allora nell’Istituto Marsano la fucina utile ad avviare la formazione di una nuova agricoltura, evitando così l’abbandono delle campagne e accrescendo turismo e i posti di lavoro.