Published On: Lun, Mar 27th, 2017

Sicurezza e decoro a Chiavari: il sindaco blocca consumo alcol fuori dai locali

Un’apposita ordinanza contro gli “assembramenti” di giovani, che bevono al di fuori dei locali pubblici, ma che -così facendo- spesso sporcano e imbrattano la città, quando non fanno scritte sui muri. L’ordinanza vieta il consumo di alcolici extra locali, e vieta gli “assembramenti” e il “bivacco” di ragazzi e adulti.
Stop anche alla detenzione di strumenti potenzialmente utili a imbrattare muri, arredi urbani etc.
Contro gli idioti che distruggono la proprietà pubblica e privata con i loro pochi neuroni e le loro troppe bombolette, a Vicenza è stata disposta una multa di 500 euro per gli “scempiatori” di muri e opere d’arte, vedi sotto colonnato a Lavagna).

L’ordinanza di Chiavari è valida in tutto il centro, in passeggiata e nei giardini pubblici, ed è stata fatta “per facilitare il lavoro della Polizia municipale”.

Ecco la dichiarazione del Sindaco Roberto Levaggi:

“Abbiamo predisposto questa ulteriore ordinanza per agevolare quanto più possibile il lavoro della Polizia Municipale e di tutte le forze dell’ordine al fine di rendere sempre più sicura la nostra città, in particolare negli spazi pubblici del centro abitato, nel lungomare e nei giardini pubblici, dove talvolta bivaccano soggetti che possono infastidire i passanti oltre a pregiudicare decoro e vivibilità urbana. L’ordinanza fa seguito al Decreto Legge nr. 14 del 20 febbraio 2017 – “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” e vedrà la sua applicazione circoscritta alle zone di Chiavari più sensibili al fenomeno. Tale ordinanza va pertanto  ad affiancare e a rinforzare quelle già emanate atte a contrastare la prostituzione e l’accattonaggio, nell’ottica di rendere ancor più sicura e vivibile la nostra città”.