Published On: Gio, Mar 23rd, 2017

Silent wine a Sestri Levante, vini della Liguria e del Nord-ovest a confronto

A Sestri Levante, ex Convento dell’Annunziata, 26/27 marzo 2017.
Torna Silent Wines, appuntamento che FISAR – Federazione Italiana Sommelier, Albergatori e Ristoratori, in collaborazione con Accademia dei Sapori, dedica al pubblico di appassionati ed operatori, domenica 26 e lunedì 27 marzo, dalle ore 10 alle ore 20, presso l’Ex Convento dell’Annunziata.
Più di sessanta espositori tematici -con 300 etichette, organizzati in due giornate che hanno l’ambizione di proporre un incontro tra diversi territori tramite i vini e le produzioni tipiche di eccellenza.
Si parlerà anche di prodotti particolari, come l’Eroico DOC delle Cinque Terre, il Lumassina del ponente ligure, che ha il fondo e si abbina al top con le acciughe sotto sale. Lo spumante Ianua della Valpocevera…
Giuseppe Ianni, della Federazione Sommelier FISAR, e Elisa Bixio, delegata per il Comune di Sestri Levante per gli eventi e le iniziative culturali, dichiarano:

“La missione della Fiera è mettere in contatto le cantine con i grandi produttori/distributori. In particolare, siamo consapevoli che i prodotti locali “wine & food” possono essere un grande motore per la promozione economica e turistica del territorio”

La Baia del Silenzio, ispiratrice del nome della manifestazione, propone ai visitatori, oltre alle produzioni enologiche, anche una selezione di aziende del settore food, con postazioni di vendita di Olio Extravergine di Oliva Riviera Ligure DOP, di conserve ittiche e acciughe sotto sale del Golfo del Tigullio, formaggi piemontesi, paste fresche ripiene della Val di Vara, carni di Razza Bovina Piemontese da gustare crude battute al coltello o come materia prima di raffinate ricette, conserve e sottoli artigianali, confetture e miele di diversi fiori.
Con il calice professionale nella pratica tasca a tracolla, oltre ad assaggiare i vini ed acquistare prodotti tipici, sarà possibile consumare dalle ore 11.30 deliziosi piatti di street food a filiera corta: focaccia al formaggio, acciughe fritte, primi piatti dell’Associazione Bagnùn, assaggi di salumi, formaggi e confetture del territorio e birra artigianale locale. Da assaggiaree anche un gelato particolare al vino (gelateria organica di Luca Panozzo).
Il programma delle due giornate è arricchito e completato da workshop e degustazioni guidate.
Sotto la sapiente guida dei sommelier FISAR, saranno proposti approfondimenti sui vini in esposizione e sugli abbinamenti cibo – vino:
Domenica 26 alle ore 15.30 degustazione professionale “Buttafuoco – Picchioni”, mentre alle ore 17.15 saranno a tema i migliori accostamenti con le carni pregiate piemontesi e liguri.
Lunedì 27 alle ore 15.30 degustazione professionale “Croatina Ferma – Picchioni”, mentre alle ore 17.15 workshop sull’abbinamento cibo e vino.
Il ticket di degustazione che comprende l’ingresso e la possibilità di assaggiare i vini di tutti gli
espositori presenti all’evento e partecipare a tutti gli workshop e show cooking ha un costo di € 10.
Per i Soci FISAR e per gli operatori del settore il biglietto costa € 5.

F.I.S.A.R. – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori
Nata nel 1972, FISAR ha come scopo principale diffondere e valorizzare la cultura enologica
attraverso la promozione di attività di qualificazione professionale della figura del Sommelier
nell’ambito della gastronomia tradizionale e del turismo enogastronomico. Per il raggiungimento
dello scopo associativo essa svolge tutte le attività culturali, didattiche ed editoriali atte a divulgare la
conoscenza del vino sia in Italia che all’estero.
FISAR si distingue dalla altre associazioni per percorsi di post formazione che vanno a specializzare
i professionisti o gli appassionati su tematiche specifiche quali la comunicazione, la degustazione in
pubblico e la preparazione dei futuri giudici nei concorsi internazionali. Non per ultimo la
predisposizione naturale all’accompagnare tutti quei percorsi che vedono la tutela della qualità e
l’educazione al consumo consapevole e moderato.
Accademia dei Sapori
Accademia dei Sapori, centro di cultura e formazione enogastronomica, è un progetto nato
dall’esperienza maturata dall’Associazione Nazionale La Compagnia dei Sapori nella valorizzazione
dell’agroalimentare italiano d’eccellenza e dalla collaborazione con molti professionisti del food
(agronomi, chef, nutrizionisti, sommelier) e con numerose realtà associative, consortili e culturali,
con il comune obiettivo di promuovere e valorizzare le materie prime e le tradizioni
enogastronomiche del nostro Paese.
Accademia dei Sapori svolge le sue attività nella sede dell’Ex Convento dell’Annunziata a Sestri
Levante (Ge) e collabora a numerose manifestazioni in Italia ed all’estero, animando con show
cooking, laboratori, approfondimenti e convegni eventi legati alla valorizzazione della cultura
enogastronomica dei territori italiani.