Published On: Ven, Dic 21st, 2012

Sindaci a difesa degli autisti di guardia medica. Le Pubbliche Assistenze: “noi non ci fermeremo”

Sindaci_Tigullio-Pubbliche_Assistenze-DSC03887

RAPALLO“Noi non ci fer­me­remo! Non chiu­de­remo mai i ser­vizi ai cit­ta­dini”. E’ que­sto, in estrema sin­tesi, il monito alla Asl4 lan­ciato que­sto pome­rig­gio dalle Pub­bli­che assi­stenze rapal­lesi durante la riu­nione dei Sin­daci del Distretto Socio Sani­ta­rio 14.

Gior­gio Costa, Roberto De Mar­chi, Gior­gio D’Alia e l’assente (ma con­corde) Rita Nichel hanno preso atto, con pre­oc­cu­pa­zione, dell’ipotesi avan­zata dal diret­tore gene­rale della Asl4 Chia­va­rese di inter­rom­pere il ser­vi­zio di accom­pa­gna­mento del medico a par­tire dal primo gen­naio prossimo.

“E’ impen­sa­bile che un medico sia costretto a gui­dare, par­cheg­giare l’automezzo e con­tem­po­ra­nea­mente pen­sare al pro­blema che è chia­mato a risol­vere, magari in con­tatto tele­fo­nico con la cen­trale del 118 – ana­lizza il Sin­daco di Santa Mar­ghe­rita De Mar­chi — e tutto ciò per pro­durre un risi­bile rispar­mio quando il solo gruppo dei diret­tori ammi­ni­stra­tivi dell’azienda sani­ta­ria incide per 500.000 Euro annui”.

“E’ ridi­colo ed inspie­ga­bile che solo il polo del Tigul­lio subi­sca que­sto trat­ta­mento. I tagli di Cava­gnaro pro­dur­reb­bero un rispar­mio di soli 10.000 Euro annui — rimarca il pre­si­dente dei Volon­tari di S. Anna Bri­gati — basti pen­sare che 2 rico­veri ospe­da­lieri in meno al mese, otte­nuti gra­zie all’intervento del per­so­nale di guar­dia medica, pro­dur­reb­bero lo stesso rispar­mio”.

Sindaci_Tigullio-Pubbliche_Assistenze-DSC03879-300x200

“Ragio­nando in favore del com­pren­so­rio, pos­siamo anche tam­po­nare i tagli impo­sti dall’Asl— afferma il Sin­daco di Por­to­fino D’Alia — ma non dob­biamo far pas­sare il mes­sag­gio che i Comuni sono sem­pre pronti a sop­pe­rire alle carenze del sistema sani­ta­rio”.

Sod­di­sfatto il vice­sin­daco rapal­lese Sal­va­tore Alongi, che coglie favo­re­vol­mente lo spi­rito di col­la­bo­ra­zione dimo­strato dal Tigul­lio occi­den­tale per il con­certo pro-ospedale ed in que­sta occasione.

Se i Sin­daci hanno espresso pre­oc­cu­pazione, i pre­si­denti di Pub­blica Assi­stenza Pier Gior­gio Bri­gati e Fabio Mustorgi hanno difeso con forza il ser­vi­zio svolto e fon­dato da loro nel lon­tano 1975.

Sindaci_Tigullio-Pubbliche_Assistenze-DSC03878-1-300x200

“Le Pub­bli­che Assi­stenze hanno fon­dato negli anni nume­rosi ser­vizi anti­ci­pando e spia­nando la strada al sistema sani­ta­rio nazio­nale – spiega Mustorgi — per­ce­piamo 2.530 Euro men­sili di rim­borso (una cifra chia­ra­mente sim­bo­lica — nda) per i costi soste­nuti tutti i giorni dell’anno, com­presi festivi e pre­fe­stivi; for­niamo mezzi, car­bu­rante e per­so­nale volon­ta­rio spe­cia­liz­zato, met­tiamo a dispo­si­zione i locali per i medici e quant’altro. Noi non ci fer­me­remo nep­pure di fronte a even­tuali sep­pur par­ziali niet della Asl 4 Chia­va­rese” — affer­mano con­giun­ta­mente i pre­si­denti riba­dendo di essere pronti ad ini­zia­tive straor­di­na­rie pur di man­te­nere il ser­vi­zio che riten­gono di fon­da­men­tale impor­tanza per la salute dei cittadini.

I Militi pre­senti, accom­pa­gnati dai Pre­si­denti delle Pub­bli­che Assi­stenze di Rapallo hanno mani­fe­stato apprez­za­mento per la dispo­ni­bi­lità e sen­si­bi­lità dimo­strata dai Sin­daci e dal Pre­si­dente del distretto 14 e dai Con­si­glieri regio­nali che si stanno ado­pe­rando per la solu­zione del problema.

Così il Sin­daco di Rapallo Gior­gio Costa ha scritto insieme ai col­le­ghi una let­tera indi­riz­zata al diret­tore gene­rale dell’Asl4 chia­va­rese Paolo Cava­gnaro ed alla Regione Ligu­ria per chie­dere una mora­to­ria seme­strale che per­metta, attra­verso la col­la­bo­ra­zione dei primi cit­ta­dini coin­volti e delle Pub­bli­che Assi­stenze,“una valu­ta­zione serena ed ogget­tiva della situa­zione e delle prospettive”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>