Published On: Mer, Apr 24th, 2013

Sivori a tu per tu con rivani e rappresentanze Fincantieri

Riva_TrigosoSESTRI LEVANTE. Massimo Sivori a confronto con gli abitanti di Riva Trigoso. Per l’occasione il candidato ha esposto il programma che ha in mente per Riva: la demolizione del “canterino”, la risistemazione della passeggiata, il completamento del lungomare, la riqualificazione della spiaggia ma soprattutto la creazione, con capitali privati, di un centro termale di elioterapia e talassoterapia, sul modello di molte città dell’Adriatico, che con questo sistema riescono ad  attrarre i turisti tutto l’anno e non soltanto d’estate. un pubblico attento, ch non ha formulato nessuna domanda, ma un grande applauso finale: “Ero già certo dell’efficacia e della validità delle mie proposte per Riva – esordisce Sivori – devo dire però che sono rimasto piacevolmente colpito dal consenso, pressoché totale, che queste hanno riscosso durante l’incontro”.

massimo sivoriOltre ai punti già elencati, Sivori – sempre nell’ottica d’incentivare il turismo –  ha evidenziato la necessità di posizionare delle boe a Punta Manara per agevolare i diportisti, e di creare un molo per l’attracco dei traghetti; sul problema della scarsità dei parcheggi dichiara invece: “Cercherò di trovare un accordo con Fincantieri per fare in modo che si possano utilizzare – nei week end e nei giorni di festa – i parcheggi che in settimana vengono fruiti dagli operai: in questo modo, a levante,  si potrebbero sfruttare due aree, quella di fronte all’entrata del cantiere e quella situata di fronte al cimitero. Vi è poi il Piazzale tra Via Milite Ignoto e Via Palermo, attualmente occupato da capannoni parzialmente inutilizzati, che potrebbe ospitare un parcheggio per far fronte al problema anche nell’area di ponente”.

fincantieri riva trigosoQuesta mattina Sivori ha incontrato le rappresentanze sindacali e aziendali della Fincantieri, tra i quali serpeggia la preoccupazione per commesse importanti che tardano ad arrivare, anche per via del blocco istituzionale, mentre i lavoratori in cassa integrazione fanno fatica ad arrivare a fine mese, con 650 euro in busta paga. “Se verrò eletto sindaco” – dichiara Sivori – “agirò come mediatore tra le rappresentanze sindacali e la direzione del cantiere, e cercherò di avviare un rapporto di collaborazione affinché vi siano chiarezza e trasparenza nei progetti futuri. Per me è poi fondamentale che venga data priorità, nelle assunzioni, ai residenti del nostro comune. “Personalmente”- conclude Sivori – “mi sento particolarmente vicino ai lavoratori della Fincantieri anche perché diversi esponenti della mia famiglia hanno lavorato e lavorano tuttora presso lo storico cantiere rivano”.

 

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Luca 83 ha detto:

    questo mi ricorda Berlusconi il presidente operaio imprenditore etc qualsiasi posto frequenti ovunque vada ha sempre un parente o qualcuno della sua famiglia che in quel posto c’è stato vi ha lavorato vi è passato per caso etc
    meno male che a Riva a parte i candidati delle liste c’erano solo tre persone

  2. traslochi ha detto:

    Grazie per il vostro articolo, mi sembra molto utile, prover

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>