Published On: Mar, Dic 4th, 2012

Stazione: fine lavori prevista a inizio estate. Bagnasco: “mi auguro che i termini vengano rispettati”

Share This
Tags

Stazione RapalloRAPALLO. E’ stata discussa que­sta mat­tinal’interrogazione pre­sen­tata a metà otto­bre dal Con­si­gliere regio­nale Roberto Bagna­sco sui ritardi nei lavori alla sta­zione di Rapallo. “E’ dal 2004 che Rapallo attende che ven­gano por­tati a ter­mine i lavori alla Sta­zione fer­ro­via­ria,  lavori che pur­troppo sono ancora fermi e la situa­zione di degrado rende tutto più cri­tico. Stiamo par­lando di una delle più impor­tanti sta­zioni fer­ro­via­rie della Ligu­ria dove l’affluenza di turi­sti e utenti è molto alta, con­ti­nuare con que­sto degrado vuole dire offrire un pes­simo biglietto da visita della città”. Così ha dichia­rato in aula il Con­si­gliere Regio­nale del Pdl Roberto Bagna­sco durante la discus­sione sulla sua inter­ro­ga­zione con la quale si chie­deva alla Giunta regio­nale di atti­varsi al più pre­sto presso Tre­ni­ta­lia al fine di pro­ce­dere con i lavori.

L’Assessore regio­nale ai tra­sporti Enrico Vesco ha assi­cu­rato che i lavori saranno ulti­mati per l’inizio della sta­gione estiva. “E’ una par­tita impor­tan­tis­sima per Rapallo mi auguro che i tempi resi noti da Vesco ven­gano rispet­tati. Comun­que in set­ti­mana effet­tuerò il sopral­luogo insieme all’assessore regio­nale per capire lo stato dell’arte e fare il punto della situa­zione” afferma Bagna­sco spie­gando che la ristrut­tu­ra­zione pre­vi­sta ha ad oggetto opere per un valore di 670.000 Euro circa fina­liz­zate al miglio­ra­mento dell’accessibilità e della fun­zio­na­lità dell’edificio.

Sono pre­vi­sti infatti inter­venti per  la riqua­li­fi­ca­zione dell’atrio con rior­ga­niz­za­zione degli spazi interni, la manu­ten­zione delle strut­ture archi­tet­to­ni­che e delle fac­ciate, la rea­liz­za­zione di un nuovo sistema di illu­mi­na­zione esterna ed incre­mento di quella interna, inter­ve­neto con­ser­va­tivo sui prin­ci­pali ele­menti archi­tet­to­nici e ristrut­tu­ra­zione scale esterne, ade­gua­mento a norma degli impianti tec­no­lo­gici, abbat­ti­mento delle bar­riere archi­tet­to­ni­che, ristrut­tu­ra­zione ser­vizi igie­nici, inse­ri­mento di per­corsi tat­tili lungo i prin­ci­pali ser­vizi di sta­zione dedi­cati agli utenti ipo­ve­denti e non vedenti.

“Rimane aperta la que­stione del primo bina­rio con le mac­chi­nette obli­te­ra­trici gua­ste e le pan­chine da risi­ste­mare. Mi auguro che si inter­venga anche su que­sti aspetti”, con­clude Roberto Bagnasco.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>