Published On: Lun, Gen 25th, 2016

Stop alla deroga che permetteva di costruire a 3 metri dal letto di un fiume o torrente

 

Questa mattina la IV Commissione, Territorio-Ambiente ha approvato la proposta di modifica al “Regolamento regionale  14 luglio 2011, recante disposizioni  in materia di tutela delle aree di pertinenza dei corsi d’acqua” , con i voti favorevoli del centrodestra e del Pd, e l’astensione del Movimento 5 Stelle e di Rete a Sinistra.

«Sarà possibile costruire soltanto ad una distanza di almeno dieci metri da torrenti e fiumi», dice il presidente della Commissione, Andrea Costa (Gruppo Misto-Ncd) che puntualizza: «Viene quindi cancellata la deroga che era stata introdotta dalla giunta Burlando nel 2011, l’anno contrassegnato dai violenti alluvioni che hanno devastato  Genova, le Cinque Terre e la Val di Vara,  che consentiva di costruire a soli tre metri dai corsi d’acqua».

Commenta il consigliere: «In verità non comprendiamo le ragioni che avevano spinto la passata giunta ad adottare una deroga che consentiva di costruire a soli tre metri dai corsi d’acqua, in una regione dove il rischio alluvioni ed esondazioni – come purtroppo testimoniano i ripetuti episodi – è altissimo».

Alluvione di Chiavari, via Entella

Alluvione di Chiavari, via Entella

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>