Published On: lun, Mag 14th, 2018

Successo a Santa Margherita per il trofeo di scherma paraolimpica

La F.I.S.H. Liguria Onlus (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha organizzato, venerdì 11 maggio, a Santa Margherita Ligure in Piazza Martiri della Libertà, il primo trofeo di scherma paraolimpica. Hanno partecipato all’evento diverse società italiane.

La Chiavari Scherma ha aderito all’iniziativa, a raprresentare la società vi era il neo acquisto Davide Dapretto, che alla sua prima gara si è classificato secondo. Per la Lamerotanti Wheelchair Fencing Torino ha gareggiato Consuelo Nora, medaglia d’oro in spada e fioretto individuali ai campionati italiani dal 2011 al 2017, medaglia d’argento in fioretto individuale nel 2011 e nel 2015, medaglia di bronzo in spada e fioretto individuali ai campionati europei a Casale Monferrato nel 2016  e medaglia di bronzo in spada e fioretto individuali ai campionati di Roma 2017. Il Club Scherma Pisa A. Di Ciolo era presente all’evento sammargheritese con due atleti: Michele Vaglini, spadista (e neo sciabolatore) di categoria B, che ha già in attivo numerose gare all’estero, e Elio Iozzi, spadista categoria B. Gli atleti erano accompagnati dall’istruttrice nazionale Silvia Ranieri, cresciuta nel Club Scherma Cagliari e da quattro anni stabilita a Pisa dove segue il settore paraolimpico del Club locale. Dal Circolo Scherma Savona era presente Hyppolite Mbongo Diki. L’atleta è nato in Repubblica Centrafricana. Il giovane perse l’uso delle gambe in giovane età a causa di un incidente, giunse succesivamente in Italia. Mbongo si è già distinto in questo sport ottenendo un terzo posto in una prova paraolimpica e ricevendo l’invito a partecipare a Tirrenia all’allenamento della nazionale italiana. É stata organizzata, a corollario dell’evento, una dimostrazione con gara a staffetta di tutti gli atleti della Chiavari Scherma a partire dal fioretto di plastica sino ai Master e si è svolta una esibizione di scherma paraolimpica per le scuole. Hanno partecipato all’evento anche alcuni ragazzi di ANFFAS Tigullio Est che hanno iniziato a cimentarsi con la scherma. La società tigullina ha avviato quest’anno i corsi di “Scherma in carrozzina” presso la palestra in Via Gagliardo 7 e una collaborazione con ANFFAS Tigullio Est dove, presso la struttura in Via San Francesco 27, ogni due volte al mese, viene insegnata la scherma.

Siamo orgogliosi ed entusiasti di questa nuova sfida che la Chiavari Scherma ha saputo cogliere, grazie alla sensibiltà del Direttivo ed alla preparazione dei suoi maestri – ha commentato il Presidente del sodalizio chiavarese, Avv. Nicola Orecchia – perchè crediamo che lo sport, in generale, e la scherma, in particolare, siano un motore prodigioso e divertente per favorire l’integrazione tra le persone e per migliorare il loro benessere attraverso il recupero ed il potenziamento di alcune funzioni del corpo e del cervello. In  fondo, una società sportiva dimostra la sua forza non solo dai risultati ottenuti, ma anche dalla capacità di prendersi cura e coinvolgere tutte le perone che si vogliono avvicinare all’attività sportiva.”