Published On: Mar, Nov 10th, 2015

Supermercati: nuove aperture a Sestri e in Liguria. A Sestri apre Basko e un discount. Bene: prezzi in calo e assunzioni

Bene ha fatto l’amministrazione di Genova a spezzare il cerchio che la legava a Coop Liguria, il che rendeva di fatto politica la gestione dei supermercati in tutta la Regione. Da una decina di anni andava infatti regolarmente in onda la polemica tra l’Amministrazione locale e il vertice di Esselunga che a Genova “non riusciva” ad aprire. Oggi il gruppo guidato da Bernardo Caprotti ha raggiunto oltre 7 miliardi di fatturato, 21.000 dipendenti quasi tutti a contratto indeterminato, e quasi il 9% del mercato italiano, il che colloca Esselunga e la controllante Supermarkets Spa (fondata da Nelson Rockefeller con Caprotti) al primo posto nel settore e al 23mo tra tutte le più grandi aziende italiane per fatturato.

Ora la ripresa economica e il (più) libero mercato stanno dinamizzando l’intero settore. Gli ipermercati non vanno più, se non nei capoluoghi o dove sono consolidati (il Basko di San Salvatore). Viceversa ci si sta orientando su supermercati e discount di dimensioni attorno ai 600 mq. con minori costi di gestione e quindi più margini per la concorrenza.
Le minori dimensioni a loro volta favoriscono -oltre a minori prezzi- anche l’apertura di più punti di vendita, con l’importantissima funzione sociale di ogni esercizio commerciale: fare da presidio nel territorio per il solo fatto di essere aperto, evitando così l’imbarbarimento e la desertificazione delle strade.

A Sestri levante e Casarza ligure il risiko è non meno evidente che a Genova. Esselunga ha smentito il suo interesse su Casarza ligure (ci scusiamo coi lettori per la notizia riportata due ore fa). Forse Esselunga si espanderà nel Tigullio ma non ora, mentre invece su Genova, ci scrive l’Ufficio Stampa Esselunga:

L’interesse di Esselunga che ormai si protrae da cinque anni a Genova è ad oggi localizzato su via Piave (Albaro) e via Hermada angolo via Albareto a Sestri Ponente (ex fabbrica Cognetex).

Esselunga -che ha già aperto a La Spezia- è il principale concorrente di Coop Italia (che a Spezia pratica prezzi inferiori a quelli del Tigullio). Nel 2007 l’associazione Altroconsumo rese nota un’indagine di mercato dalla quale emerse come la concorrenza tra le grandi catene di distribuzione, Esselunga e Coop in testa, produca una sostanziale riduzione dei prezzi.
Anche a Sestri dovrebbero scendere i prezzi, visto che nella centralissima piazza del Mercato aprirà a breve un supermercato Basko (nella ex sede di Banca Intesa). La Basko ha potuto aprire dopo aver vinto un ricorso al Tar contro il Comune.

Basko ha anche rilevato i debiti del Brico center di Sestri Levante, che ora si rilancerà meglio nell’area del Tigullio orientale. Intanto, nella popolata via Nazionale, sta per aprire un Discount di una catena già ben presente a Genova (area della ex palestra Fisicomania).
Si tratta di molti nuovi posti di lavoro per la città e di un ventaglio di offerte maggiore, con prezzi in ribasso. Buone notizie quindi anche per la stessa Coop “iMperCoop” che potrà meglio razionalizzare la propria offerta e aumentare così i profitti. Si spera sia finita l’epoca dell’interventismo di Enti e governi sul mercato. Il mercato si regola da solo, grazie ai consumatori, e non alla pubblicità o alla politica. Vendi i prodotti migliori al prezzo inferiore e –se non vivi in Venezuela o in Corea del Nord- sarai sicuro di aver successo.
coop iMperCoop

Displaying 4 Comments
Have Your Say
  1. Imprenditore ha detto:

    Su cosa verteva il ricorso tra basso è comune?
    Tutte ste cause perse dal comune quanto costano e chi le paga?
    La qualità della basko è 10 volte superiore alla coop che il comune invece avrà fatto aprire senza troppi indugi.

  2. Massimiliano ha detto:

    Ho saputo che deve aprire a marzo 2016 l’Esselunga qui a Genova, per candidarsi cosa bisogna fare, oppure bisogna aspettare che si aprino le candidature per Genova. Vorrei capirci qualcosa perché sto cercando un occupazione. Grazie.
    Massimiliano

  3. Mykros ha detto:

    Vedo che la notizia è stata rettificata, ma ancora qualcosa non quadra.
    Infatti l’interesse di Esselunga a Genova “si protrae da cinque anni” forse per le due sedi sopra citate, ma per quanto riguarda Genova in generale si protrae, senza risultati, da ben di più: infatti chi ha letto il documentatissimo “Falce e carrello” sa che almeno dal 1987 o forse prima Caprotti tenta inutilmente di aprire un superstore a Genova, bloccato dalle amministrazioni di sinistra e centro sinistra che poi invece consentono in tempi brevissima l’apertura di una Ipercoop nel medesimo edificio (l’ex Pastore e Baldazzi, ora Ipercoop L’Aquilone).

  4. Mykros ha detto:

    Una Esselunga nel Tigullio, sarebbe la seconda in Liguria: ma è vero?
    Io ne sarei ben lieto, perchè diminuirebbero di colpo i prezzi come già successo a Spezia.
    Il primo aprile è lontano, è vero; ma “impercoop?” mi puzza proprio di falso.
    L’unica cosa vera è che il dinamicissimo miliardario Bernardo Caprotti ad onta dei suoi 90 anni compiuti non demorde e non si è mai piegato al potere politico.
    Poi un Basko a Sestri…
    A parte la “conversione” della Regione, evidente data la batosta elettorale del PD, che sta davvero accadendo?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>