Published On: Lun, Mag 11th, 2020

Svizzera: riaprono scuole, ristoranti, bar… Ecco le regole dei ristoranti svizzeri

Martedi 12 maggio in Svizzera riaprono le scuole. Da lunedi 11 maggio sono stati riaperti i bar e i ristoranti, mentre i parrucchieri e il settore cura della persona sono aperti dal 27 aprile. In Italia ancora non ci sono regole precise per la riapertura di hotel, ristoranti e bar, fissata per il 18 maggio a livello nazionale, dopo che il governo di Roma ha inglobato le aperture anticipate delle Regioni, lasciando però spazio a diverse soluzioni legate alle diverse situazioni sanitarie (un conto è il Molise, con zero decessi, un altro è la Lombardia).

Nel consueto ritardo e mancanza di programmazione, varrà la pena di guardare cosa hanno stabilito in Svizzera. Si tratta di regole già anticipate e discusse in Italia, forse con soluzioni più rigide in certi casi, e meno in altri. Il piano attivo al momento è stato promulgato una settimana fa ed è stato presentato martedì da GastroSuisse, l’associazione del settore turistico.

Una regola di cui in Italia non si è parlato è l’obbligo di registrare nome, cognome e recapito telefonico di tutti i clienti, conservando i dati per 14 giorni, così da permettere un tracciamento in caso di altri clienti poi risultati positivi. I dati devono essere conservati solo per 14 giorni (tempo massimo perché il contagio diventi attivo). Bene, ma di difficile applicazione nei bar italiani, di norma caotici ed affollati. Più fattibile per ristoranti e soprattutto gli hotel.

Il numero massimo di clienti per tavolo è di quattro, con distanza minima di due metri tra i tavoli (meno, in caso di barriera di plexiglass).
Il governo federale svizzero esaminerà tutti i dettagli del piano tra tre giorni.

Altri particolari in questo articolo di tvsvizzera.it.
QUI un servizio video.

Hotel Burj al Arab 7 stelle