Published On: Ven, Nov 8th, 2013

Tares che fare? A Sestri rialzi minimi, la maggioranza approva

Dopo 17 ore passate nella sede del Comune, Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante, si dichiara “soddisfatta per avere approvato una Tares un po’ meno iniqua che altrove”. La Tares certo rischia di essere come la collera di Achille “…Che infiniti addusse lutti agli Achei”… in questo caso agli italiani.

Comunque sia, il Consiglio comunale questa notte ha approvato a maggioranza l’applicazione della tassa e le nuove tariffe (voti favorevoli 11 contro 5, Rossignotti assente).
Secondo il vicesindaco Gianelli la soluzione migliore è stata quella di applicare le vecchie procedure della Tarsu, con la modifica di applicare maggiorazioni a chi “più produce rifiuti urbani” e meno agli altri.
Pertanto gli aumenti saranno diversificati a seconda delle categorie, ma “al massimo arriveranno al 25% in più” (che non è comunque poco). Secondo la maggioranza il 75%  delle famiglie e una buona parte degli esercizi commerciali non avrà aumenti superiori a quelli dell’inflazione (che è quasi zero, siamo quasi in deflazione!). Sull’imposta comunale ci sarà un’addizionale dello Stato di 30 centesimi a mq.

Marco Conti (Il Popolo per Sestri) ha ribadito la contrarietà già anticipata ieri, parlando di “penalizzazione ai danni di Case di riposo” box e commercio e proponendo una valutazione “caso per caso”.

M5S col capogruppo Martino Tassano ha votato no perché non ci sono sconti per chi attua con diligenza la raccolta differenziata o risiede lontano dai cassonetti della differenziata. “Ben altre sono le modalità” per gestire il ciclo della raccolta dei rifiuti, secondo il Movimento cinque Stelle.

tares  tares tarsu

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Gatto nero ha detto:

    Il 25% sembra poco? Sono oltremodo contento così pagheranno tutti,anche coloro che l’hanno votata. Ovvero mal comune mezzo gaudio! Dei regali tipo Mediaterraneo, delle consulenze,nonchè della spazzatura non ritirata dall’Aimeri,ne parleremo un’altra volta. Sempre che non avvengano moti popolari!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>