Published On: Lun, Feb 24th, 2014

Tassano, M5S: Comune incapace di sviluppare il turismo

Panorama di Sestri Levante da Punta ManaraSESTRI LEVANTE. Sono passati due giorni dall’inaugurazione del bivacco di Punta Manara, ma già si son fatte largo le prime critiche in merito alle modalità di gestione della struttura. Nella giornata di domenica il bivacco ha attirato un intenso via vai di escursionisti e curiosi, che però hanno trovato le porte sbarrate e cercato, senza successo, un numero di telefono o indirizzo aggiornato a cui rivolgersi. Tra questi, anche una delegazione di attivisti del Movimento 5 Stelle cittadino.

“L’altro ieri e’ stato inaugurato il bivacco di Punta Manara, affidato direttamente alla Onlus Ekoclub e indirettamente al Signor Nicolini attuale gestore del sito di Nua Natua. La logica di chi vorrebbe sviluppare il turismo escursionistico sarebbe stata di avere quantomeno aperta la struttura in tutta la giornata successiva, visto lo splendido tempo con caldo e sole che il Signore ha concesso in questo che pare un inizio di primavera – spiega il consigliere Martino Tassano -. Bene, noi di M5S ieri ci siamo incamminati in direzione di Punta Manara, partendo dal sentiero di Villa Ginestra. Camminando sul sentiero e arrivati sul sito abbiamo incontrato quasi una settantina di cittadini e turisti e, con grande nostro stupore e con grande stupore delle persone presenti, il bivacco era chiuso. Ottimo, del resto l’unico turismo che si riesce a sviluppare e’ quello delle parole e delle primare. Tanti di questi cittadini chiedono a Tassano come si puo’ utilizzare il bivacco e lo stesso gli mostra la targa infissa sulla parete laterale del bivacco, ma.. un momento, la targa e’ quella di 15 anni fa’, che riporta il nome della Comunita’ Montana Val Petronio e il vecchio numero di telefono di quest’ultima. Proviamo lo stesso a telefonare a questo numero ma come volevasi dimostrare il numero e’ inesistente”.

martino tassano m5s sestri levante“Ora, cari illuminati della giunta di centro sinistra (piu’ centro che sinistra), se si vuole sviluppare il turismo della sentieristica, prima di uscire sulla stampa e sui media adorando l’inaugurazione del bivacco come luogo riconsegnato al turista e al cittadino, prima bisognerebbe quanto meno risistemare la cartellonistica presente sui sentieri e sul bivacco. Se poi si volesse anche importare il turismo quale quello che da’ modo ai paesi delle Cinque Terre di campare tutto l’anno, la cartellonistica magari si mette multilingua, non chiediamo che venga scritta in palestinese o cinese, ma almeno il italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo. Infine rimaniamo in attesa di scoprire se per “bivaccare” in tale struttura, essendo come tutti i cittadini di Sestri Levante proprietari di essa, bastera’ la carta d’idendita’, se sara’ d’uso gratuito o se non sara’ necessario fare inutili tesseremanti alla onlus Ekoclub, ancor oggi inesistente come associazione sul territorio di Sestri Levante, perche’ non avente sede, indirizzo, codice fiscale, numero telefonico e personale di riferimento ufficiale, tranne l’esistenza di una semplice email (che vorremmo tanto sapere da chi viene gestita).

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Giuppino ha detto:

    È già una notizia che nn l abbiano dato alla onlus di Po…. Lui si che ci avrebbe bivaccato alla grande!!!

  2. italo ha detto:

    CARO TASSANO: IO CREDO IN TE. DEVI METTERTI IN LISTA PER UNA CARICA PIU’ AMPIA… NON RIESCO A CAPPIRE PERCHE IL M5S, IN LIGURIA, NON SIA PIU’ FORTE QUANDO BEPPE E GENOVESE…>CHE TRADITORI CHE SIAMO NOI ITALIANI

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>