Published On: Lun, Lug 1st, 2019

Teatri di Levante a Sestri: si apre con la mostra di Arte di Laura Zeni

Torna la Rassegna Teatri di Levante, “Donne e Percorsi: da Santa Caterina a
Bocca di Rosa”, sotto la direzione artistica di Carmen Falcone. Il settimo
appuntamento di questa Edizione spalancherà gli orizzonti ad un’altra espressione artistica: una mostra di Arte contemporanea.

Da sabato 6 luglio a domenica 4 agosto 2019, presso il Museo del Mare, in
via Portobello a Sestri Levante, si terrà la mostra “Rinascita Blu” di Laura Zeni a cura di Serena Mormino, con il Patrocinio dell’Associazione Culturale Amarte.

Laura Zeni dedica la sua Arte al mare e alla natura dell’amata Sestri Levante, ridando vita a piccoli relitti aggrediti dalla mareggiata del 29 Ottobre 2018, emriportati dallo stesso mare alla sua Terra.
Prende forma, così, la mostra “Rinascita Blu”, una mostra fortemente voluta
dall’animo nobile della Zeni, allestita in un contesto insolito per l’arte
contemporanea, ma altamente simbolico per la Baia del Silenzio e tutta Sestri, ossia nei locali del Museo del Mare di via Portobello.
Anche i contenuti sono insoliti, certamente coerenti e assolutamente appartenenti all’Arte e alla filosofia della Zeni, ma generati su supporti vittime di un avvenimento tanto violento che, con la mano dell’artista, sono tornati a nuova vita acquisendo ancora più energia e preziosità, a dimostrare che l’Arte è capace anche di questo.
Altro grande impegno morale di “Rinascita Blu” è quello di far soffermare ognuno di noi a riflettere di quanto sia precaria ormai la nostra Terra, la nostra stessa vita; nulla è dato per scontato, tranne il nostro dovere di prenderci cura di colei che ci ha dato la vita, Madre Natura (Serena Mormino).

Sabato 6 luglio, in occasione dell’inaugurazione della mostra, alle ore 18.00 presso il Museo del Mare, si terrà il vernissage, un momento di rinfresco con musica, interverranno la curatrice critica d’ arte Serena Mormino, la direttrice artistica di Teatri di Levante Carmen Falcone e l’artista Laura Zeni.

La mostra si concluderà domenica 4 agosto, con un’asta benefica delle opere alle ore 18.00, il cui ricavato sarà devoluto alla Baia del Silenzio a ripristino dei danni della mareggiata 2018, (sarà possibile riservare le opere anche con un’offerta su base minima a partire dal giorno dell’inaugurazione).
L’ingresso alla mostra è gratuito.
Teatri di Levante nasce da un’idea di Carmen Falcone in collaborazione con
Mediaterraneo Servizi, l’associazione culturale The Hub, con il contributo e
patrocinio del Comune di Sestri Levante e di Regione Liguria.
Si ringraziano gli studenti del liceo Luzzati di Chiavari che si sono resi disponibili a curare gli orari di apertura e chiusura della mostra.

Per informazioni: 338 7565837 – 0185 478530

LAURA ZENI
Laura Zeni (1962) artista milanese formatasi all’Accademia di Brera, sotto la guida di Raffaele De Grada. Attiva dagli anni ’80 partecipa a mostre internazionali con opere d’Arte e complementi di Design.
Mostre istituzionali e museali:

2012
“Illuminazioni – 999+1 teste da indossare” a cura di Fortunato d’Amico
MyOwnGallery – Superstudio più, Milano;
“Laura Zeni…Che Meraviglia” a cura di Fortunato D’Amico
BIM-Banca Inter mobiliare, Sala Colonne Via Meravigli 4, Milano

2013
“L’esperienza del risveglio” a cura di Fortunato D’Amico
Chiesa di San Giuseppe, Alba;
“L’ora del Tè” a cura di Fortunato D’Amico
Superstudio 13 – Temporary Museum For New Design 2013 Extention – Freedom – Design Week – Milano

“Indian Pattern” a cura di Fortunato D’Amico
“Arte Accessibile Milano 2013”
Spazio Eventiquattro – Spazio PwC

“Il movimento delle arti”
Be on move. Il movimento del corpo e della mente
Quarto movimento a cura di Fortunato d’Amico
MACS – Mazda Con-Temporary Space, Milano;

2014
“Laura Zeni. Coltivare la Mente” a cura di Fortunato D’Amico
Triennale di Milano, Spazio Material ConneXion

“Le Celle L’Anima” – otto celle per otto artisti nella Fortezza Priamàr – con la Galleria Scoglio di Quarto

“Una poetica” a cura di Gabriella Brembati
Arte Cremona 2014 – Sala degli Alabardieri del Palazzo Comunale di Cremona con Galleria Scoglio di Quarto

“Milano Design Week 2014” a cura di Fortunato D’Amico
Superstudio Più con “Double Room” del Gruppo Porcelanosa e al Temporary Museum for New Design

Eataly Smeraldo a Milano a cura di Stefano Valera

2015
“Movement”
Fiat Chrysler Motor Village – Londra

“Context” a cura di Fortunato D’Amico e Elisa Martinelli
ARTMOOREHOUSE – Londra

“Aromatherapy” a cura di Fortunato D’Amico
Studio DAI – Roma

“Vissi d’Arte… l’Opera Lirica, gli Artisti, la Scuola” a cura di Laura Monachesi e Roberta Filippi
Villa Mondragone, Monte Porzio Catone (Roma)

“BAR, Bellezza, Arte e Ristoro” – Architettura, cibo e Design nell’Italia del ‘900
Archivio Centrale dello Stato di Roma

2016
“Geometrie Riviste” a cura di Raffaella Resch
JVstore di Jannelli & Volpi – Milano

“Nel segno della misericordia” a cura di Stefano Valera
Chiesa di San Bernardino alle Ossa – Milano

“Laura Zeni. Illuminazioni” a cura di Fortunato D’Amico – catalogo Skira
fiera White a Superstudio Più – Milano

“The Heart Beat of Mother Earth” a cura di Stefania Carrozzini
Onishi Project – New York

“viU, sustainable design exhibition”
ex Oratorio della Confraternita della Passione – Basilica di S. Ambrogio – Milano

“Visioni Oniriche” a cura di Adriana Lohmann
Sharing Design – Making Makers – Fabbrica del Vapore – Milano

“Personal Landscapes” a cura di Stefania Carrozzini
Camden Image Gallery – Londra

“Il meraviglioso mondo della Fenice”
Officina Feniciana – Tradate (Varese)

2017
“Giallo, Rosso… Noir” Colori dell’arte, colori del cinema a cura di Vanna Mazzei e Barbara Pietrasanta
Anteo spazioCinema – Milano

“PASSWOR(L)D a cura di Fortunato D’Amico e Maria Flora Giubilei
MUSEI DI NERVI – Galleria d’Arte Moderna di Genova
MUSEO DEL PARCO – Centro Internazionale di Scultura all’Aperto di Portofino entra nella collezione permanente del Museo del Parco con l’opera “Cyclal Event” a cura di Serena Mormino

“OPEN 20 – Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni” – collaterale al Festival del Cinema – La Biennale di Venezia con la curatela di Serena Mormino
Hilton Molino Stucky – Venezia

“David Bowie” omaggio al grande musicista
Le Dame Art Gallery – Londra

“Red Dot Miami Art Show” a cura di Cristina Cellini
Miami Art Basel

2018
“CONTAMINIAMOCI” a cura di Serena Mormino
evento ufficialmente inserito nel calendario del FuoriSalone 2018
Accademia del Lusso – Scuola di Moda e Design, Via Montenapoleone 5 – Milano con il patrocinio di AD

“WallPepper” crea la nuova serie di carte da parati con la prestigiosa azienda WallPepper
Salone del Mobile di Milano

“La Natura in Mostra”
Fabbrica del Vapore – Milano

“Tributo a David Bowie”
Motor Village UK – Londra

“Direzione Alterità – in difesa delle Acque”
Festival Direzione Alterità a cura di Francesca Pietracci
Cisternino (Brindisi)

“Angeli e Artisti nella Iglesia de los Angeles” per la Chiesa della Estancia El Milagro Fundacion Museo del Parque – a cura del Museo del Parco di Portofino
Reggia di Monza

“A Due – Aldo Spinelli e Laura Zeni in un dialogo tra Arte e Design” a cura di Serena Mormino
Collabora con il Maestro Aldo Spinelli per la Brera Design Week 2018 e la giornata AMACI

2019
“Il cibo non mente” di Laura Zeni e Franco Aliberti
il piatto di Laura Zeni entra nella carta del grande Chef
Fuori Salone del Mobile di Milano
Ristorante Tre Cristi – Milano

Festa della Repubblica Italiana – Ambasciata d’Italiana nel Principato di Monaco
Arte, Moda e Design – eccellenze italiane
Monte-Carlo Beach Hotel (*****) – Monte-Carlo

“TRANSITI & INTERMITTENZE”
ERCOLE PIGNATELLI & Laura Zeni
a cura di Serena Mormino
Studio Ercole Pignatelli, Milano

Tra gli altri hanno scritto di lei:
Fortunato D’Amico
Serena Mormino
Ivan Quaroni
Raffaella Resch
Stefania Carrozzini
Stefano Soddu
Sveva Manfredi Zavaglia
Giorgio Bagnobianchi

Laura Zeni

Rinascita Blu
Laura Zeni dedica la sua Arte al mare e alla natura dell’amata Sestri Levante, ridando vita a piccoli relitti aggrediti dalla mareggiata del 29 Ottobre 2018, e riportati dallo stesso mare alla sua Terra.

Prende forma, così, la mostra “Rinascita Blu”, una mostra fortemente voluta dall’animo nobile della Zeni, allestita in un contesto insolito per l’arte contemporanea, ma altamente simbolico per la Baia del Silenzio e tutta Sestri, ossia nei locali del Museo del Mare di via Portobello.

Anche i contenuti sono insoliti, certamente coerenti e assolutamente appartenenti all’Arte e alla filosofia della Zeni, ma generati su supporti vittime di un avvenimento tanto violento che, con la mano dell’artista, sono tornati a nuova vita, acquisendo ancora più energia e preziosità, a dimostrare che l’Arte è capace anche di questo.

Altro grande impegno morale di “Rinascita Blu” è quello di far soffermare ognuno di noi a riflettere di quanto sia precaria ormai la nostra Terra, la nostra stessa vita; nulla è dato per scontato, tranne il nostro dovere di prenderci cura di colei che ci ha dato la vita, Madre Natura.

Nelle opere di questa mostra dedicata al mare, ritroviamo come sempre i profili della Zeni, ove i tratti sono come asessuati e privi di razza o religione, in continua mutazione e completamento spirituale, in particolar modo in questo contesto, a significare che ognuno di noi è uguale di fronte alle leggi naturali, ma altrettanto responsabile del loro mutamento sempre più repentino e violento. L’essenza di vita e di equilibrio è proprio la consapevolezza di essere in continuo movimento tra infinite anime, toccati dalla natura Madre Sovrana a cui non possiamo sottrarci e che non possiamo comandare a nostro piacimento, ma con cui è magia convivere. E così come mutano le stagioni, così l’Uomo deve elevarsi a qualcosa di superiore per sentirsi volare in equilibrio stabile proprio perché leggermente mutevole.

I corpi eterei tipici della Zeni, qui diventano sofferenti, inermi agli accadimenti, identità divise ma ancora cariche di speranza. Compaiono nuove forme, più legate al mondo vegetale ed animale, perché noi esseri umani, seppur distrattamente, viviamo in simbiosi con esse e abbiamo il dovere di prendercene cura.

Cassetti della memoria custoditi gelosamente vengono spazzati e ricomposti in ordine apparentemente confuso, come confusi sono i nostri pensieri, ma capaci di rivivere attraverso nuove energie e nuova vita.

Ed ecco che tutto prende significato, perché la sensibilità umana e l’esigenza di nuova vita non può avere fine… con determinazione e generosità ci ritroviamo più uniti che mai, solidali nella ricostruzione e nel ricordo di ciò che è stato, ma con lo sguardo volto a rendere ogni nuovo istante ancora più prezioso…

Serena Mormino
Curatrice e Critica d’Arte
Curatrice Museo del Parco Centro Internazionale di Scultura all’Aperto Portofino
Presidente Associazione Culturale Amarte