Published On: Ven, Feb 7th, 2020

Tecnologie green nel porto di Savona e a Vado ligure. Uno studio del Sole24 Ore

Il rapporto del quotidiano Sole24 Ore sullo sviluppo sostenibile nel Nord Ovest italiano di oggi evidenzia le novità in arrivo nello scalo di Savona, dove è in corso di elaborazione un progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico per illuminare le banchine con energia verde e a chilometro zero.

“La struttura permetterebbe di far fronte a necessità energetiche pari a circa 600 megawattora l’anno. Ma lo scalo della Torretta è in pista anche per ospitare le navi passeggeri ecologiche di Costa Crociere, alimentate a Gnl (gas naturale liquefatto). Costa Smeralda sta già facendo scalo nel Palacrociere savonese e Costa Toscana vi arriverà a luglio 2021.

Il vento green soffia anche sulla nuova piattaforma container di Vado Ligure, inaugurata a dicembre 2019. Lo scalo è dotato di gru elettriche all’avanguardia e si giova della fornitura di energia proveniente direttamente dalla rete nazionale ad alta tensione, tramite una sottostazione elettrica costruita ad hoc per il porto. Un impianto che sarebbe in grado anche di fornire energia alle portacontainer in banchina (con la tecnica del cold ironing) consentendo alle navi di spegnere i motori e abbattere le emissioni. A puntare sulla sostenibilità è poi il Campus universitario di Savona (che fa capo all’ateneo di  Genova), dove è stata   creata una microrete energetica intelligente per autorifornimenti di elettricità e calore. Grazie  a un laboratorio congiunto con Enel,  il Campus  sta lavorando ora sulla gestione dell’energia nei quartieri cittadini  (con  fonti rinnovabili) e sulla mobilità elettrica.