Pubblicato il: lun, Set 25th, 2017

Temi e programma del festival e fiera letteraria Libri in Baia: 7-8 ottobre

La scrittura è la più alta forma espressiva che il genere umano abbia inventato. Senza linguaggio scritto non ci sarebbero né civiltà né le altre forme d’arte. Leggere è un arma contro l’ignoranza, la violenza, la stupidità, la criminalità. Ma occorre leggere libri veri, seri. Non quelli di moda. Leggere è un’arte di scoperta dei tesori prodotti dalla Storia e dall’arte. Se volete bene ai vostri figli, insegnate loro ad amare la lettura di libri. Non solo: insegnate loro a scrivere, a pensare con la loro testa, a non subire passivamente la vita… e -infine- dite loro che il sapere non è essere “intellettuali”.
Ragioni e perché che spiegano le ragioni di “Libri in Baia”:

Sabato 7 e domenica 8 ottobre 2017, LiB – Libri in Baia – Fiera dell’Editoria porterà nella splendida cornice della Baia del Silenzio a Sestri Levante nomi importanti dell’Editoria nazionale, con un occhio attento alle realtà genovesi e liguri.
Gli eventi collaterali a programma daranno la possibilità ai visitatori che lo vorranno di mettersi in gioco, ascoltare e sperimentare essi stessi l’arte di saper esprimere in parole scritte:
presentazioni di libri e incontri con gli autori; incontri con professionisti del settore; workshop e laboratori tematici; Intrattenimento e laboratori per bambini.
Di più ampio respiro due eventi dedicati ai piccoli lettori.

GLI ESPOSITORI DI LIB 2017
Editori, associazioni culturali e librerie
1. Panesi Edizioni (Cogorno – Ge)
2. Edizioni della Goccia (Casale Monferrato – Al)
3. La Ruota Edizioni (Roma)
4. Oltre Edizioni/Gammarò Edizioni (Sestri Levante – Ge)
5. Sagep Editori (Genova)
6. Associazione culturale Nati per Scrivere (Camaiore – Lu)
7. Associazione culturale L’Agorà di Lavagna (Lavagna – Ge)
8. Associazione culturale Dal Segno alla Scrittura (Torino)
9. Associazione culturale Officina Letteraria (Genova)
10. Libreria Fieschi (Lavagna – Ge)
11. Libreria Il Sentiero di Benjamin – l’albero dei desideri (Sestri Levante – Ge)

Sabato 7, ore 10.30 Elisabetta Villaggio: madrina della prima edizione di LiB – Libri in Baia, ha studiato Filosofia all’Università di Bologna e Cinema e Televisione a Los Angeles alla USC (University of South California). Insegna alla RUFA (Rome University of Fine Arts) nel Dipartimento di Cinema.
Per il cinema e la televisione:
– ha lavorato come assistente alla regia, regista, autrice e consulente per programmi Rai, Mediaset, la7;
– ha realizzato due cortometraggi. Uno dei due, Taxi, è stato selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia;
– ha scritto alcune sceneggiature e ha diretto il film Luna e le altre;
– ha realizzato il documentario Paolo Villaggio: mi racconto selezionato all’ArtDocFest di Roma nel 2010.
Per il teatro:
– ha scritto il testo teatrale Marilyn, gli ultimi tre giorni che ha vinto il premio “Donne e teatro – XI edizione” come Opera Prima ed è stato pubblicato da Borgia Editore. Da questo testo è nata l’opera teatrale omonima, portata in scena nella stagione teatrale 2011-2012, di cui ha curato la regia;
– ha scritto il saggio Marilyn: un intrigo dietro la morte pubblicato da Bonanno Editore nell’ottobre 2012. Anche da questo testo è stata tratta un’opera teatrale omonima, messa in scena a dicembre 2012 e
da lei diretta;
– ha scritto la pièce Io sono Virginia, in scena da maggio 2013.
Per la letteratura:
– ha scritto il romanzo Una vita bizzarra, pubblicato ad ottobre 2013 da Città del Sole Edizioni, che ha ricevuto il Premio Anassilaos alla narrativa;
– nel dicembre 2014 ha pubblicato il testo teatrale Marilyn, gli ultimi tre giorni, edito da Panesi Edizioni;
– lo stesso testo è stato tradotto in lingua inglese e pubblicato sempre da Panesi Edizioni nel febbraio 2016;
– a dicembre 2016 è uscito il romanzo La Mustang rossa, edito da La Ruota Edizioni;
– collabora e ha collaborato con alcuni giornali e riviste cartacee e online.
Sabato 7, ore 14
Francesco Grandis: laureato in Ingegneria Elettronica a Padova, dopo gli studi inizia a lavorare nel campo della robotica, ma l’illusione di aver trovato la sua strada dura poco. Considerazioni etiche e personali abbattono il “muro delle certezze” in meno di tre anni.
Nell’agosto del 2009, all’inizio della crisi economica che investe il mondo, rinuncia al suo lavoro sicuro e si dimette. Pochi mesi dopo parte da solo per un giro del Mondo di sei mesi.
Il viaggio diventa una irripetibile esperienza introspettiva, che convince Francesco a cercare la Felicità più autentica, abbandonando il sentiero comune. Al ritorno diventa “programmatore nomade”. Questo gli permette di mantenersi ma anche di proseguire nella sua ricerca personale. Nei tre anni successivi compie altri lunghi viaggi: Sud America, Ungheria, India, Nord Europa.
Nell’estate del 2013 si sente pronto per il passo successivo e abbandona anche il lavoro di programmatore per dedicarsi esclusivamente alla scrittura e alla condivisione delle sue esperienze di vita: dà vita al sito wanderingwill.com. Nel 2014 nasce Michele, suo figlio.
A marzo 2015 pubblica il suo libro d’esordio: Sulla strada giusta. È subito un grande successo. Nella Primavera 2017 è stato ripubblicato da Rizzoli.
Nel 2016 pubblica Da zero a diecimila, una guida pratica all’autopubblicazione.
Attualmente è impegnato nella stesura del secondo romanzo, di ambientazione futuristica.
Sabato 7, ore 16
Ilaria Scarioni: nata e cresciuta nel milanese, si trasferisce per motivi di studio a Genova dove tuttora vive e lavora. Si iscrive alla scuola di scrittura creativa Officina Letteraria, dove ha come maestri
Laura Bosio, Giulio Mozzi, Paolo Nori ed Emilia Marasco.
Collabora, scrivendo alcuni articoli, al blog letterario della scuola e a quello della regione Liguria, La Liguria racconta. Pubblica un racconto nella raccolta Senza Amore edita da Emma Books.
Quello che mi manca per essere intera, uscito a giugno 2017 con Mondadori, è il suo primo romanzo.
Sabato 7, ore 18
Paolo Ragusa: è nato e cresciuto a Palermo. Vive a Genova dove si è trasferito per sposare Mariantonietta. È impegnato nella crescita del figlio Samuele.
Lavora come Counselor, esperto in gestione dei conflitti e coordina le attività formative del CPP (Centro
Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti di Piacenza).
Si occupa di percorsi di crescita personale individuali e di gruppo. Fa parte della redazione della rivista “Conflitti. Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica”.
Per BUR ha pubblicato Imparare a dire no (2013) e Il potere del sì (2016).
Domenica 8, ore 14
Alessandro Barbaglia: poeta e libraio, ha trentacinque anni e vive a Novara. Il suo primo romanzo La Locanda dell’Ultima Solitudine (Mondadori) è stato premiato con il terzo posto al Premio Bancarella
2017.
Domenica 8, ore 16
Sara Rattaro: nasce in una famiglia di commercianti genovesi specializzati in ottica. Nel 1994 prende il diploma magistrale e quindi si iscrive a Scienze Biologiche dove si laurea nel 1999 con lode. Nel 2009 consegue la laurea anche in Scienze delle Comunicazioni presso l’Università degli Studi di Genova.
Dal 1999 al 2006 frequenta più di una decina di corsi di specializzazione sia inerenti gli Studi Clinici sia nel campo della Comunicazione conseguendo il diploma al Master in Comunicazione della Scienza
«Rasoio di Occam» di Torino.
Nel 2009 completa il suo primo romanzo, Sulla sedia sbagliata, pubblicato da Morellini Editore. Il romanzo ottiene un buon successo di pubblico e critica.
Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo, Un uso qualunque di te. Una storia che le esplode “prima nella testa e poi nelle mani”. Grazie all’incontro con l’agente letterario Silvia Meucci, il romanzo viene scelto
da Giunti Editore. Il libro esce il 14 marzo 2012 con 20.000 copie vendute in una settimana e viene tradotto in nove lingue.
In occasione del suo terzo romanzo, Sara incontra Garzanti con il quale nel maggio 2013 pubblica il best seller Non volare via che entra immediatamente nelle classifiche permanendovi per molte settimane,
ottenendo grandi successi anche all’estero.
Nel settembre del 2014, sempre con Garzanti, pubblica Niente è come te, una storia vera che tratta di un tema molto delicato: la sottrazione internazionale dei minori.
Sempre Garzanti nel 2015 ripubblica il suo primo romanzo, Sulla sedia sbagliata.
A marzo 2016 esce Splendi più che puoi , un romanzo che affronta con delicatezza il difficile argomento della violenza di genere: una storia toccante, profonda e carica di speranza.
Nella Primavera del 2017 viene pubblicato da Sperling & Kupfer il suo nuovo romanzo: L’amore addosso. Sara ha vinto il Premio Città di Rieti 2014 con il libro Non volare via e il Premio Bancarella 2015 con Niente è come te. Nel 2016 si è aggiudicata il Premio Rapallo Carige per la Donna Scrittrice con il romanzo Splendi più che puoi.
Domenica 8, ore 18
Marco Buticchi: nasce a La Spezia il 2 maggio del 1957 e vive a Lerici, in quella pittoresca parte della costa ligure chiamata Golfo dei Poeti. È sposato dal 1987 con Consuelo, con la quale ha due figlie.
Laureato in Economia e Commercio all’Università di Bologna, nel 1982 ha lavorato per diversi anni come Trader Petrolifero presso una multinazionale, lavoro che lo ha portato a viaggiare spesso in Medio Oriente, Africa, Europa e Stati Uniti.
Nel 1991 e nel 1992 ha pubblicato e distribuito a sue spese due romanzi: Il Cuore del Profeta e L’Ordine irreversibile , ottenendo un incredibile successo.
Nel 1995 è decisivo l’incontro con l’editore Mario Spagnol, grande scopritore di talenti, concittadino di Buticchi.
Nel 1997 esce il primo romanzo nella collana I Maestri dell’Avventura di Longanesi: Le Pietre della Luna. È un successo con 250.000 copie vendute in Italia e all’estero.
Nel 1998 viene pubblicato nella stessa collana Menorah. Del 2000 è Profezia.
L’Anello dei Re è pubblicato nel 2005, sempre per Longanesi.
Tra gli altri titoli: Il vento dei demoni (2007), Il respiro del deserto (2009), La voce del destino (2011), Il segno dell’aquila (2015), Casa di mare (2016), La luce dell’impero (2017).
Alla luce delle continue richieste e conseguenti ristampe, ogni romanzo è oggi considerato un Long Seller, per un autore che ha ormai raggiunto il traguardo del milione di copie vendute.
LIB DEI PICCOLI 2017
Un’area della Fiera sarà interamente dedicata ai giovani lettori, per incuriosire, avvicinare, catturare l’emozione e la curiosità per il mondo sconfinato della lettura e dei suoi contenuti e messaggi.
Per questo lo Spazio Piccoli sarà curato da professionisti del settore, lo staff della libreria “Il Sentiero di Benjamin – l’albero dei desideri” di Sestri Levante, che per tutta la durata della fiera si trasferirà al Centro Congressi, mettendo in gioco esperienza, fantasia, divertimento, a spasso dentro e fuori i libri!
Non mancherà la Musica, immortale strumento di comunicazione, con due appuntamenti da non perdere, il sabato, in occasione del laboratorio Musicale al Centro Congressi e la domenica, con uno spettacolo da non perdere (vedi descrizione a parte), a cura della Scuola di Musica Pucciarelli di Lavagna.
Infine l’ultimo ingrediente per sognare ad occhi aperti! La Magia! E così a LiB, sabato e domenica alle 16.00, l’eclettico spettacolo del Mago Joe, istrionico e coinvolgente, per grandi e piccini!
Nell’intorno, le creazioni balloon art de “L’Intervallo Giocattoli”, di Sestri Levante.
PROGRAMMA LIB 2017
Sabato 7 ottobre Sala Agave Fiera dell’Editoria: dalle 9.30 alle 20
Spazio Piccoli:
 dalle 10 alle 19.30: laboratori creativi e letture animate a cura della Libreria Il Sentiero di Benjamin – L’albero dei desideri di Sestri Levante (Ge):
CUSTODI DEI LIBRI E DEI SOGNI per bambini da 2 a 10 anni (letture animate, kamishibai – racconti in valigia, attività creative tematiche, spazio ludico e artistico).
BOOKJUMPERS per ragazzi dai 10 ai 16 anni (salto nel libro fantasy, graphic novel che passione!, professione illustratore, a spasso nell’arte);
– dalle 14 alle 16 e dalle 17 alle 19: Laboratori musicali a tema “Scoprire la Musica suonando”. A cura dell’Associazione Franco Pucciarelli – Scuola di musica di Lavagna (Ge);
– ore 11: lettura animata del libro Camilla, il piccolo 3 e i suoi amici di Mary Giacomini (Teka Edizioni)
– ore 16: spettacolo del Mago Joe.
Sala Oleandro
– ore 10.30: Inaugurazione di LiB e incontro con la madrina Elisabetta Villaggio (La mustang rossa, La Ruota Edizioni).
Breve corso introduttivo alla scrittura di una sceneggiatura.
Conduce l’incontro Virginia Leoni.
– ore 14: Incontro con Francesco Grandis (Sulla strada giusta, Rizzoli). Conduce Simone Parma.
– ore 16: Incontro con Ilaria Scarioni (Quello che mi manca per essere intera, Mondadori). Conduce Claudia Sanguineti.
– ore 18: Incontro con Paolo Ragusa (Il potere del sì e Imparare a dire no, Rizzoli). Conduce Alessandra Fontana.
Sala Ginestra
– ore 10-13 14-17: Laboratorio di Scrittura Creativa a cura di Andy Ferrari;
– ore 17.30: “Di cosa parliamo quando parliamo di editing”, conferenza sull’Editing e il mestiere di Editor con Stefania Crepaldi e Sara Gavioli
Sala Ginepro
– ore 11.30: Presentazione Progetto “Il menù della memoria” realizzato dai ragazzi del Liceo delle Scienze Umane “Marconi-Delpino” di Chiavari (Ge) e dai docenti Alessandra Risso e Andrea Poggiali. A cura dell’Associazione culturale L’Agorà di Lavagna
– ore 14: Presentazione del libro Repertorio dei matti della città di Genova (Marcos y Marcos). A cura dell’Associazione culturale Officina Letteraria
– ore 15.30: Presentazione Progetto “Aunt Jo’s scrap-bag”. La Alcott mai tradotta. A cura della Bottega dei Traduttori e di Panesi Edizioni
– ore 17: Violenza di genere. Presentazione dei romanzi Lucia non cade di Chiara Borghi e mickeymouse03 di Andrea Mauri. A cura del Gruppo Alter Ego
– ore 18.30 Presentazione del libro Quella mattina di Laura Codegoni (Ed. Leucotea) Sala Bo (Palazzo Fascie)
– ore 11: Il nuovo sito del Premio H.C. Andersen. Presentazione a cura del Comune di Sestri Levante
Domenica 8 ottobre
Sala Agave
Fiera dell’Editoria: dalle 9.30 alle 20
Spazio Piccoli:
 dalle 10 alle 19.30: laboratori creativi e letture animate a cura della Libreria Il Sentiero di Benjamin – L’albero dei desideri di Sestri Levante (Ge):
CUSTODI DEI LIBRI E DEI SOGNI per bambini da 2 a 10 anni (letture animate, kamishibai – racconti in valigia, attività creative tematiche, spazio ludico e artistico);
BOOKJUMPERS per ragazzi dai 10 ai 16 anni (salto nel libro fantasy, graphic novel che passione!, professione illustratore, a spasso nell’arte);
– ore 11: lettura animata del libro Perché non volo di Paola Merolli (La Rondine Edizioni)
– ore 16: spettacolo del Mago Joe
– ore 17: trasferimento in Sala Bo (Palazzo Fascie) con l’accompagnamento del Mago Joe
Sala Oleandro
– ore 14: Incontro con Alessandro Barbaglia (La Locanda dell’Ultima Solitudine, Mondadori). Conduce Debora Lambruschini.
– ore 16: Incontro con Sara Rattaro (L’amore addosso, Sperling&Kupfer). Conduce Debora Lambruschini.
– ore 18: Incontro con Marco Buticchi (Casa di mare, Longanesi). Conduce Daniela Tresconi.
– ore 19: Presentazione del libro Trabastìa, cent’anni di gente comune di Beppe Mecconi (Ed. Gammarò). Conduce Carlo Martigli.
Sala Ginestra
– ore 10-13 14-17: Workshop di Traduzione Editoriale a cura de La Bottega dei Traduttori
Sala Ginepro
– ore 10: Presentazione dei libri Io sono l’imperatore di Stefano Conti e La leggenda di Leon di Armando Lazzarano. A cura del Gruppo Thriller Storici e Dintorni (TSD)
– ore 11.30: “Garfagnana e Lunigiana tra leggende e misteri: La guerra dei lupi di Alessio Del Debbio e La linea del destino di Daniela Tresconi”. A cura dell’Associazione culturale Nati per scrivere;
– ore 16: Presentazione dei libri Un’altra immagine di me. Adulti adottati oggi genitori: un percorso di narrazione di Greta Bellando e Sei sempre stato qui di Eugenio Gardella;
– ore 17.30: Presentazione del libro Tutto si muove da dentro. Un nuovo incontro tra generazioni di Fulvio Disigismondo. A cura dell’Associazione culturale L’Agorà di Lavagna
Sala Bo (Palazzo Fascie)
– ore 17.30: Premiazione Concorso “Leggere è…”
– ore 18: Spettacolo musicale “I racconti di Mamma l’Oca” (Ma Mère l’Oye) di M. Ravel. A cura dell’Associazione Franco Pucciarelli -Scuola di musica di Lavagna (Ge)

WORKSHOP DI LIB 2017
• Laboratorio di Scrittura Creativa.
Scopo del laboratorio: Ho tatuato tutto il mio corpo di scritte, aforismi, proverbi e sentenze e così ho vissuto sopra le righe una parte della mia vita. Poi un giorno ho cancellato tutto, immergendomi nel latte. Volevo diventare puro, ero solo bianco. È così che sono diventato una pagina tutta da scrivere ed è così che ho capito, sulla mia pelle, che per quanto tu possa essere ribelle ci sono delle regole che bisogna imparare. Perché solo dopo averle imparate bene, le puoi modificare, trasformare o stravolgere. Solo
così si riesce a scrivere nelle righe e a farsi capire. Se hai voglia di farti capire ma anche di capirti, partecipare a questo piccolo workshop di Scrittura Creativa ti può aiutare. Se pensi di non averne bisogno, prova lo stesso e cambierai idea. Scommettiamo…?!
Un’isola tranquilla dove non esistono lo stress e la fretta, dove si può andare a pesca d’idee quando e come si vuole. Un posto dove puoi pescare a mani nude oppure con gli strumenti più sofisticati, sapendo che è importante ciò che pescherai ma anche come tratterai ciò che hai pescato. Per far questo dovremo imparare a comprendere gli arnesi del mestiere per poi prediligere quelli a noi più congeniali, scegliere la “preda” sapendo che non sarà facile catturarla e che una volta fatto forse la lasceremo libera. Saper riconoscere, conoscersi, scoprire, scoprirsi. Una bottega artigianale dove l’apprendere sarà la nostra canna da pesca, l’amo il sapere, la curiosità l’esca e la scrittura il mare in cui pescare. (Andy Ferrari)
Programma: Una giornata (6 ore) per apprendere le regole base della Scrittura. Creare (da ciò creativa) giocando con vocali e consonanti brevi racconti e strutture per provare a cimentarsi con questa disciplina. Esercizi di pochissimi minuti per mettere alla prova la nostra creatività. Le 3 S:
stupirsi, scavare, sorridere. Aperto a tutti: chi sa scrivere, chi non sa scrivere e chi crede di saperlo fare.
Dove e quando: Sala Ginestra, sabato 7, orario 10-13 14-17
Docente: Andy Ferrari, attore teatrale e televisivo, professionista di improvvisazione teatrale. Ha lavorato e collaborato, tra gli altri, con Paolo Villaggio, Milena Vukotic, Disegni & Caviglia, Giuliana Musso, Gino & Michele, Marco Paolini, Stefano Benni. Ha partecipato alle trasmissioni televisive Scherzi a Parte, Casa Rossi, Mai dire Gol, Sberle e Il Collegio.
Insegna improvvisazione teatrale e Scrittura Creativa, Autobiografia, Fiabe e Filastrocche in Italia e all’estero.

Workshop di Traduzione Editoriale
Presentazione e programma: lo staff de “La Bottega dei Traduttori” è lieto di invitarvi al workshop “Dire quasi la stessa cosa”: scoprire la traduzione, conoscere il traduttore. Digressione tecnico-letteraria, analisi teorica e spunti pratici di un mondo poliedrico in continua evoluzione”, con interventi
focalizzati sul mondo della traduzione tecnica ed editoriale.
All’apertura della sessione, l’insegnante Giuseppina De Vita accoglierà i partecipanti con un breve excursus introduttivo sui principali aspetti della traduzione, focalizzandosi sugli scopi e i criteri che ne determinano la buona qualità, sulle sei fasi che caratterizzano l’esperienza traduttiva e sui vari processi di codificazione/decodificazione che il traduttore segue quando approccia un testo, nel tentativo di preservarne la fedeltà.
A seguire, Rosangela Amato parlerà dell’evoluzione della traduzione attraverso i secoli, in un viaggio che affonda le radici nel mondo antico e giunge fino all’epoca contemporanea, analizzando il cambiamento del pensiero traduttivo attraverso le voci di studiosi del calibro di Jakobson, Newmark ed Eco. In aggiunta, la traduttrice si soffermerà sulla definizione di “paratesto” e sull’importanza della sua traduzione.
Al termine di questo conciso ma approfondito discorso teorico, l’anglista Valentina Avallone accompagnerà il pubblico attraverso il processo di lavorazione di una traduzione, analizzando alcuni stralci delle sue ultime pubblicazioni, con esempi di approcci, espedienti e sfide traduttive estrapolati dal Volume 1 de La borsa delle cianfrusaglie di zia Jo, (Panesi Edizioni) e Danger! e altre storie (ABEditore).
Durante la sessione pomeridiana, invece, verrà concesso ampio spazio alle riflessioni sulla professione del traduttore in epoca moderna, un professionista la cui attività è difficilmente ascrivibile in compartimenti stagni e che necessita di uno studio e un approfondimento continui per
soddisfare e stare al passo con tutte le esigenze del mercato odierno.
Partendo dalla sua esperienza, Annarita Tranfici spiegherà ai presenti come muovere i primi passi nel mondo della traduzione freelance, soffermandosi sui vari ruoli che il professionista deve ricoprire quando lavora in proprio, sulle piattaforme su cui cercare lavoro, sulle molteplici possibilità che la Rete offre per fare esperienza e mettersi alla prova e sugli errori più comuni dei traduttori alle prime armi.
Successivamente, la collega Anna Marziliano, traduttrice con esperienza pluriennale nell’ambito della traduzione tecnica, si soffermerà sulla necessità di un’interazione tra traduzione editoriale e traduzione tecnica nella formazione del traduttore, proponendo uno sguardo disincantato ma non cinico sul lavoro attuale del traduttore e sul carattere poliedrico di un professionista che, a seconda del contesto e delle esigenze, si configura come “artigiano delle parole” o “fornitore di servizi”.
A concludere l’evento, la traduttrice Lorena Lombardi approfondirà il tema della promozione sul web del traduttore editoriale, analizzando i principi fondamentali del Social Media Marketing e soffermandosi sui concetti chiave di Personal Branding e Visual Identity. L’intervento sarà corredato da esempi di storie di blog di successo e proporrà alcuni consigli sui primi passi da muovere online per farsi notare da potenziali clienti.
Gli interventi teorici saranno seguiti da una parte pratica. Alla fine della sessione mattutina si terrà un laboratorio di 45 minuti dedicato alla traduzione (e alla relativa discussione) di un testo scelto dalle relatrici, con riferimento alle problematiche relative al concetto di fedeltà, di paratesto e alle sfide traduttive accennate in precedenza. Al termine degli incontri pomeridiani, invece, i partecipanti si concentreranno, sempre durante un intervento di 45 minuti, su un esercizio di localizzazione di un blog post, per mostrare quanto l’editoria si sia spostata su un piano più digitale e quanto un approccio tecnico possa essere d’aiuto.
Dove e quando: Sala Ginestra, domenica 8, orario 10-13 14-17
Docenti: La Bottega dei Traduttori nasce per dare risalto ai classici della letteratura straniera mai tradotti in lingua italiana (o le cui precedenti traduzioni sono ormai introvabili perché fuori commercio) di autori noti e meno noti del panorama letterario mondiale, con particolare attenzione alla forma del racconto breve, genere oggigiorno da rivalutare e diffondere il più possibile. Il progetto mira, col tempo, a creare una solida community di traduttori, animati dalla passione per la letteratura, con il desiderio di
sfruttare le proprie competenze per condividere con i lettori piccole grandi gemme dimenticate e maturare esperienza attraverso il confronto e lo scambio reciproco con i membri del gruppo e con revisori più esperti.