Published On: Lun, Gen 23rd, 2017

Tigullio meraviglioso: il Santuario delle Grazie nelle foto di Vittorio Zoppi

Parecchi secoli fa, nelle Fiandre, il capitano di un vascello vide un’effige della Santa Vergine in vendita in una bottega e decise di acquistarla. Se ne dimentica, ma la nave non accenna a partire. Ricordandosi delle sue intenzioni ritorna, la compra, e la nave per incanto inizia a muoversi. Raggiunta la costa di Chiavari, nel punto dove sorge l’odierno santuario  la nave si ferma, e ripartirà solo dopo che l’effige verrà posta nella chiesetta stessa. Da allora la Vergine veglia su chi passa, per mare o per terra, dalle parti di questa lussureggiante terra. Nota già nel dodicesimo secolo la piccola pieve, interamente affrescata nel sedicesimo secolo da Teramo Piaggio da Zoagli, ad eccezione dello splendido “Giudizio Universale” di Luca Cambiaso, offre a chi la visita suggestioni straordinarie unite alla visione di un maestoso panorama che copre la costa da Sestri Levante a Portofino fino alle Alpi e alla Corsica.

Emozione pura nell’ammirare un “Ecce Omo” dipinto fronte e retro, caso rarissimo se non unico in quel periodo.
Il santuario delle Grazie, con i suoi ex voto e un panorama unico che trascina il visitatore verso la Bellezza e il sentimento della congiunzione tra visibile e invisibile, spirito e corpo, superficie e trasparenza, Dio e materia, è un meraviglioso gioiello del Mediterraneo, poco conosciuto, raggiungibile a piedi partendo dalla costa di Preli o più comodamente dall’Aurelia da Chiavari verso Zoagli. Una perla di luce nel forziere di colori e di vita che è il golfo del Tigullio.

Un lettore ci scrive:
“Il santuario è magnifico, ma non è bello il sentiero-scalinata che sale dal basso-ferrovia.
Il Comune non ha mai reso accessibili i bunker di difesa costruiti durante la II guerra.
Il
Sindaco di Chiavari dovrebbe ripristinare la salita come a Capri, poi usare le vecchie gallerie FFSS per andare in passeggiata fino al Gruppo del Sale e poi arrivare (con calma) a Zoagli.
 Sarebbe al livello delle 5 Terre. Si dovrebbero sistemare le gallerie dove nudisti e “coppie” tendono ad allontanare chi va a pescare sulle scoglie
re del gruppo del sale che noi si utilizzava come piccola salina…”

N.B. Altre immagini nell’articolo seguente.
Foto di Vittorio Zoppi
Testo: Vittorio Zoppi e Paolo della Sala

Abstract in english
Come and touch a Mediterranean sanctuary, a pearl in a treasure chest (Tigullio gulf): the Santuario delle Grazie. You can breathe the bright side of the life. Both visibility and invisible, soul and body, God and matter. A small church, nice XVII century pictures, a great remembering. A breath taking panorama from Corsica to the Alps, from Sestri Levante to Portofino.