Published On: Mar, Nov 29th, 2016

Tigullio Sharks, positiva esperienza al 13° Torneo Bandeko di pallavolo

Reduci dal vittorioso torneo del PalaDonBosco, i Tigullio Sharks si sono presentati al PalaMaragliano di
Genova per disputare la 13ma edizione del prestigioso Torneo Bandeko di minivolley. Un rapporto più che positivo tra partite vinte e perse e buonissimi piazzamenti in classifica per tutte le squadre schierate sono state il corollario di un pomeriggio di gioco, divertimento e tante emozioni per i giovani atleti che si
sono sfidati sotto rete, in una manifestazione che nasce sotto i nobili intenti della solidarietà.
Tra i principali eventi per giovani pallavolisti nel panorama ligure, il torneo è infatti organizzato dalla
Parrocchia di San Siro di Struppa con la collaborazione della Polisportiva Altavalbisagno, che ha messo a
disposizione il proprio organico in termini di dirigenti, allenatori e anche giocatori per far funzionare al
meglio una macchina complessa, che ha devoluto il ricavato alla onlus Bandeko, termine che in congolese significa “amico”.
Questo torneo è legato infatti alla realizzazione di un ospedale a Kabinda, in Congo, inaugurato e
diventato operativo circa dodici mesi fa, dopo tanti anni di lavoro e sacrifici. Ma ogni ulteriore contributo è importante per garantire la continuità delle attività in un territorio che sarebbe altrimenti privo di qualunque assistenza sanitaria. Oltre che con la loro presenza, i bambini stessi hanno contribuito – come avviene dalla prima edizione – ricevendo, al posto di quelle “vere”, medaglie di cartone che simbolicamente per loro varranno come ricordo della partecipazione, ma che permettono di devolvere quanto risparmiato al sostegno delle necessità quotidiane dell’ospedale.
Per i Tigullio Sharks è stata la seconda partecipazione alla manifestazione, che si è chiusa con l’orgoglio
di aver potuto schierare i propri allievi su un palcoscenico così importante davanti ad un pubblico davvero numeroso, con la consapevolezza di aver migliorato sul campo i risultati dell’anno passato, ma anche di aver fatto vivere ai giovani atleti un’esperienza istruttiva e formativa per il futuro, sia sul piano personale che tecnico. È stato fatto un ulteriore passo nel percorso di crescita del progetto.
logo-TSV