Published On: Gio, Ago 18th, 2016

Tigullio, terra di mare. Rievocazione del Palio Remiero, evento sportivo che era importante quanto il calcio

Torna il Palio marinaro nel Tigullio, una terra di mare, terra da mare, terra d’amare. Fino a pochi decenni fa, i giovani della costa che non erano “figli di papà” o andavano a lavorare in fabbrica oppure andavano nell’immensa fabbrica del mare, come pescatori o come marinai.
Tutti sapevano remare: non c’erano le “moto di mare”, i motori fuoribordo, le crociere… Hai voluto la barca? Voga!
Per questi motivi il Palio remiero del Tigullio fino a una quarantina di anni fa era la manifestazione sportiva più sentita, più seguita dalla gente, che apprezzava le qualità sportive dei giovani che si sfidavano, ma conosceva anche i segreti dei maestri d’ascia che sapevano creare i tradizionali gozzi, non solo per la pesca, ma anche per la voga.
A Sestri Levante ancora c’è chi recrimina per i risultati contestati di un palio perduto…
Ecco perché è importante l’evento proposto a Santa Margherita ligure:

Ottant’anni di storia con il Palio Marinaro del Tigullio.  Una grande festa fra sport, tradizione, musica e gastronomia  il 23 agosto a Santa Margherita Ligure

 Il Palio Marinaro del Tigullio compie 80 anni e, per festeggiare il ragguardevole compleanno, l’Associazione Amatori del Palio, in collaborazione con il Museo Marinaro Tommasino Andreatta, ha organizzato una giornata tra storia, tradizione, gastronomia e musica.

Un grande appuntamento nato dalla collaborazione tra i Comuni di Santa Margherita, Portofino, Chiavari, Rapallo, Lavagna, Sestri Levante e Zoagli ovvero dalle località del Tigullio, che possono vantare nel proprio DNA la tradizione del palio marinaro.
Il prossimo 23 agosto a Santa Margherita avrà luogo la rievocazione storica del 1° Palio, che si svolse proprio nella cittadina ligure il 23 agosto 1936. Passato e presente rivivranno in un appuntamento suggestivo e spettacolare, che vedrà sfidarsi a colpi di remo gli storici gozzi in legno da 22 palmi, costruiti dal Cantiere Moltedo, nello specchio acqueo antistante la spiaggia libera di Ghiaia di fronte a piazza Vittorio Veneto.

La gara vera e propria verrà preceduta, come si faceva nel passato, da un corteo storico, che partirà alle ore 17:00 da piazza Mazzini, in cui sfileranno gli equipaggi, in costume d’epoca, preceduti dai gonfaloni delle città partecipanti, dalle autorità, dal Gruppo Sbandieratori Città di Lavagna e dalla banda cittadina, la Filarmonica Cristoforo Colombo. Un corteo festoso e orgoglioso della propria tradizione marinara, che accompagnerà gli equipaggi fino all’arenile, dove sarà dato il via alla competizione.

In perfetta aderenza con il Palio di ottant’anni fa, lo strappo della bandiera posta in cima ai castelli di arrampicata, conquistato dalla cosiddetta scimmia (il membro dell’equipaggio destinato all’arrampicata) sarà l’atto conclusivo e determinante che decreterà il vincitore della competizione. All’equipaggio vincitore andrà l’ambito trofeo, che verrà rimesso in palio l’anno successivo.

Dopo le fatiche della regata, gli onori al vincitore e il via alla festa. Alla premiazione, infatti, seguirà una serata conviviale, per assaporare la tradizione culinaria del Tigullio, con tanti stand gastronomici allestiti dai vari comuni, dove ognuno presenterà le proprie specialità.

In armonia con lo spirito della manifestazione, che vuole essere un tributo alla ligusticità, la colonna sonora della serata non poteva che essere affidata a Napo e al suo tributo musicale a Fabrizio De André, presso l’Arena Bindi, a partire dalle ore 21.30, a ingresso libero.
loc palio

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>