Published On: Mer, Nov 18th, 2015

Tra Rapallo e Portofino lavoro integrato per il turismo. Il resto del Tigullio dorme

Saranno forsi segnali più simbolici che reali, ma di sicuro l’integrazione economica e organizzativa tra Zoagli, Rapallo, Santa Margherita e Portofino è nei fatti e nei risultati che si sono susseguiti dagli anni ’50 a oggi.
Serve tuttavia un nuovo rilancio: in una fase in cui il turismo ha trovato altre mete nella Riviera di Levante, come le (sempre più intasate) Cinque Terre e la zona di Sestri Levante e della val di Vara.
Secondo noi però sarà difficile trovare la quadratura per un vero rilancio del Tigullio (occidentale, e non solo). Si deve partire dalle infrastrutture, che oggi sono asmatiche:
l’aeroporto è quasi inesistente;
l’autostrada è ormai una Aurelia bis, mentre servirebbe la Gronda di Levante per dirottare tutto il traffico commerciale;
– i treni sono in caduta libera, dopo che la Liguria non è riuscita a entrare nell’Alta Velocità se non in un Terzo Valico che sembra quasi la tela di Penelope tanto procede lentamente (mai come la Gronda di Ponente: la bretella autostradale di Genova, che sembra la bella di Torriglia che tutti la lodano e nessuno se la piglia, dal 1980 o giù di lì).

Intanto il resto del Tigullio dorme, e non riesce a mettersi d’accordo nemmeno sul depuratore, altra infrastruttura mancante de facto, da Lavagna a Moneglia a tutto l’entroterra…
Suona infine come una boutade quanto afferma il sindaco di Portofino:

«Per la prima volta da quando sono stato eletto, abbiamo messo allo stesso tavolo operatori turistici e amministratori del territorio».

Speriamo che non sia “la prima volta” che politica e impresa discutano sul “che fare” negli ultimi anni. Nelle parole del sindaco di Portofino Giorgio D’Alia si intuisce l’importanza della riunione tenutasi ieri pomeriggio nell’aula consiliare del comune di Santa Margherita Ligure. Presenti il sindaco di Portofino Giorgio D’Alia, il sindaco di Santa Paolo Donadoni, l’assessore al turismo del comune di Rapallo Elisabetta Lai, il sindaco di Zoagli Franco Rocca, la società Progetto Santa e una rappresentanza significativa di operatori turistici del Tigullio Occidentale (albergatori, battellieri, balneari, ecc..)

All’incontro – frutto di una serie di contatti presi in precedenza dalle amministrazioni sopra citate –  è stato invitato anche Aeroporto di Genova nella persona di Nur El Gawohary (comunicazione, ufficio stampa, marketing) che ha illustrato, ad operatori e amministratori, l’attività di gestione dello scalo ligure e quali possano essere le sinergie da mettere in campo per lavorare insieme.

Il Tigullio dal Kulm hotel di Portofino

Il Tigullio dal Kulm hotel di Portofino

Portofino, tramonto Maranatha.photography.it

Portofino, tramonto Maranatha.photography.it

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>