Published On: Gio, Lug 23rd, 2015

Transazione concordata invece di esproprio tra Comune di lavagna e proprietari di aree verdi sull’Entella

Aree relative al Comparto 1 viabilità di collegamento Corso Buenos Aires- Corso Genova e aree verdi- parcheggi lungo il fiume Entella

Il Sindaco Giuseppe Sanguineti informa gli Organi di stampa che in forza dell’impegno elettorale assunto ha definito con transazione bonaria in data odierna ed in conformità alla deliberazione della Giunta Municipale del 03.07.2015 n. 86 il complesso contenzioso per l’acquisizione delle aree relative al Comparto n.1 del PEEP (avviato nell’anno 1981) relativo alla viabilità di collegamento tra corso Genova e Via Corso Buenos Aires e le opere di urbanizzazione area sosta cani e parcheggi pubblici verde attrezzato in fregio al fiume Entella senza ulteriori impegni di spesa in capo al Comune di Lavagna ed ai Soci assegnatari della Cooperativa Edilizia Solidarietà circa 50 famiglie di residenti, che da anni sensibilizzavano le Amministrazioni susseguitesi di definire la vicenda giudiziale. L’operazione è stata conclusa utilizzando le somme già in precedenza stanziate e versate dai soci stessi  presso la Cassa Depositi e prestiti (circa 750 mila euro).  Con la  transazione, anche ai sensi della convenzione 27.05.1983 intercorsa tra il Comune di Lavagna e Cooperativa Solidarietà a r.l. (ex art. 35 della L. 865/71) sono state definite tutte le obbligazioni,  fermo restando ovviamente che gli edifici e le destinazioni d’uso rimangono quelle previste dal Piano di Zona. . Il Comune nella transazione ha riconosciuto che la Cooperativa Solidarietà a r.l. ha assolto correttamente gli obblighi assunti per le aree ed opere di urbanizzazione e riconsegnato quelle  residuali non interessate ddall’intervento ai legittimi proprietari (senza ovviamente vincolo di edificabilità) signori Scarpenti,Longoni e Guardicerri che hanno accettato e sottoscritto senza riserve.

L’accordo consente quindi di definire bonariamente la vicenda senza ulteriori esborsi in capo sia al Comune e soprattutto ai soci della Cooperativa. L’atto di transazione proposto consente al Comune di conseguire immediatamente il pieno risultato del riconoscimento della proprietà delle aree dove sono state realizzate le opere di urbanizzazione, completare il piano di zona in conformità alle indicazioni urbanistiche evitando i tempi, i costi e le incertezze legati alla prosecuzione del contenzioso.  I soci assegnatari la Cooperativa  vedono oggi dopo oltre trent’anni definita la vicenda e quindi la completa disponibilità dei beni, il Comune si trova senza oneri ulteriori la disponibilità delle aree del complesso compendio immobiliare denominato comparto n.1 del piano di zona. La Cooperativa ha approvato il documento con atto del proprio Consiglio di Amministrazione in data 27 marzo 2015 e l’assemblea dei soci del 15 maggio 2015 hanno valutato positivamente la definizione del contenzioso di che trattasi.
lungo entella exc2

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>