Trofeo Peter Pan presentato stamani a Sestri Levante

SESTRI LEVANTE. E’ stato presentato questa mattina a palazzo Negrotto Cambiaso, mentre una folla di bambini si riversava festosa sulla spiaggia, intorno ad uno dei catamarani messi a disposizione dll’associazione Sestri sul mare. Bambini di Sestri Levante e di Monterosso, accomunati dal progetto solidale che l’associazione, in collaborazione con il Comune di Sestri Levante, la Fondazione Mediaterraneo e il Circolo velico di Monterosso ha deciso di portare avanti per aiutare la scuola di una delle località più colpite dall’alluvione dello scorso ottobre (v. questo articolo). Presente in sala anche l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Monterosso Paolo Contardi: “turismo, sport e spirito d’avventura convivono in questa bella iniziativa – ha commentato – la cittadina è pronta ad offrire la massima disponibilità di fronte ad un evento di tale rilevanza sociale e sportiva”. Nel trofeo Peter Pan convivono infatti tre anime: “Il primo valore che abbiamo voluto trasmettere in occasione di questa quarta edizione è quello didattico, legato al mare che unisce e ha unito gli allievi di Sestri e Monterosso nei laboratori svolti con la pittrice Monica Marcenaro – ha spiegato il presidente di Sestri sul mare Andrea Henriquet – il secondo è quello turistico, perchè veleggiare dalla bimare a Punta Mesco è una scoperta continua ed emozionante; infine il valore sportivo, poichè il trofeo vale come qualificazione per i campionati italiani Raid formula 18″.

L’assessore al turismo Enrico Pozzo ha evidenziato come si perpetui in questa iniziativa l’impegno dell’amministrazione in ambito sociale: “oltre a Monterosso saremo partecipi della rinascita di una piazza a Brugnato, altra località duramente colpita dall’alluvione e che verrà restaurata grazie a parte del contributo ottenuto con il progetto La luce di un gesto – ha detto l’assessore – oltre a ciò auspichiamo che sempre più cresca l’interesse verso la vela da parte dei giovani e delle scuole del comprensorio”. Anche il direttore della Fondazione Mediaterraneo Angiolino Barreca ha sottolineato la valenza importante a livello turistico e sportivo dela pratica di sport acquatici tutto l’anno: “la nostra baia è una grande palestra per le attività legate al mare; l’anno scorso abbiamo portato qui oltre 450 bambni, ora ci aspettiamo che il numero cresca accogliendo anche i piccoli allievi di Monterosso”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>