Published On: Lun, Set 16th, 2019

Troppi lupi in Liguria (grazie ai troppi cinghiali). In Svizzera caccia autorizzata. In Regione si discute…

Il dato di fatto è reale: ci sono troppi attacchi dei lupi nelle zone verdi della Liguria. Attacchi contro greggi, allevamenti di galline, e anche i vitelli non sono molto tranquilli…

La causa fondamentale della crescita dei branchi di lupi risiede nella crescita esponenziale dei cinghiali, una specie che -nonostante la caccia- non è certo tra quelle a rischio di estinzione.

Si pensi che fino a poco più di 40 anni fa non esistevano cinghiali in Liguria. La prima segnalazione -sul monte Gottero- è degli anni ’60 del ‘900.
Le rosticcerie -come Marcenaro a Sestri Levante- per le feste di Natale, esponevano interi cinghiali nelle loro vetrine, e la gente accorreva numerosa a vedere quell’incredibile e sconosciuto animale.
Marcenaro li importava direttamente dall’Ungheria
.

In Consiglio regionale della Liguria domani si discuterà della presenza dei lupi nei nostri boschi (ormai presenti anche al di sotto dei 500 metri di altezza).
Al solito, i politici discuteranno tra loro al posto dei cittadini. Ecco due proposte opposte:

  • Ordine del giorno 539 (Giovanni De Paoli -Lega): Sulla gestione della presenza del lupo nell’entroterra ligure.
  • Ordine del giorno 669 (Marco De Ferrari, Alice Salvatore, Andrea Melis, Fabio Tosi M5S): Sulla gestione ecologicamente corretta della presenza del lupo.

Certamente la sterilizzazione (se mirata a “colpire” solo cinghiali e lupi) è la scelta migliore. Ma forse da sola non basta, se in Svizzera il Parlamento ha deciso di dare via libera alle battute di caccia ai lupi.
Naturalmente -siamo in Svizzera- la decisione finale sarà nelle mani della cittadinanza tramite un referendum. In democrazia i politici fanno le scelte ritenute più opportune, dopo un confronto con i tecnici e gli scienziati. Dopo di che promulgano una decisione, ma dopo essersi confrontati con la popolazione, che comunque ha l’ultima parola prima di attivare la norma.

Dopo che la legge è stata attivata, c’è una fase di test. Se le cose non vanno bene, si interrompe la decisione presa.
NON si persevera nell’errore pur di non far pensare che un membro della partitocrazia possa aver preso una cantonata (magari senza consultare le persone competenti e la popolazione).
Noi parliamo e polemizziamo. I lupi siamo noi, e le nostre zanne sono le parole inconcludenti e i pochi fatti, cose con cui ci autodivoriamo… homo homini lupus

Pecora sbranata da lupi