Published On: Gio, Ott 27th, 2016

Turismo in Liguria: 14 milioni di presenze nei primi 9 mesi del 2016 (+5,21%)

Il 2016 è stato molto positivo per il turismo in Liguria. Quali le cause dell’incremento? Crescono soprattutto gli stranieri -che affollano poco e spendono molto-, “grazie” ai disastri bellici, religiosi e politici che hanno colpito i nostri concorrenti mondiali (Spagna esclusa): guerre di religione in tutto il Medio Oriente, Turchia inclusa, e persino più a est nella pacifica Thailandia (dove inizia il terrorismo islamico). Crisi economica in Grecia, Portogallo (dove prezzi e qualità sono scesi) e in Brasile (dove i prezzi sono molto saliti). Terrorismo feroce in Francia e Tunisia. Nei primi nove mesi del 2016 le presenze turistiche nelle strutture alberghiere e ricettive di altro tipo sono arrivate a quasi 14 milioni (le presenze indicano il numero di notti di utilizzo delle strutture ricettive) con un incremento del 5,21 % rispetto al 2015. I turisti sono stati in tutto 4 milioni, in crescita del 3,75 % rispetto al 2015. Il solleone di settembre ha dato una performance per questo mese notevole (+10,66 % di arrivi).

Il presidente della Regione Toti gongola ed elogia gli imprenditori del settore.
Tra le zone, cresce molto La Spezia (+9,6 %), davanti a a Genova e Tigullio (+5,49 %). Seguono Savona (+4,71 %) e Imperia (+2,7 %).
Paesi di origine soprattutto europei. Davanti a tutti i francesi (+9,3%), seguiti da tedeschi, e inglesi. Numerosi anche svedesi e gli americani. Russi e cinesi non sono invece arrivati in massa come si prevedeva (noi non ci credevamo). Colpa della crisi e del contenzioso con l’Occidente per la Russia.

L’assessore al turismo Berrino precisa che un milione di turisti ha scelto le strutture extra alberghiere, come B&B, agriturismi, campeggi etc. C’è da mangiare per tutti, sperando nel sole.
mosca mitt turismo