Published On: Lun, Giu 16th, 2014

Turismo in Liguria: Info day sugli investimenti UE 2014-2020

Regione Liguria ed Unioncamere Liguria organizzano il 19 giugno prossimo alle ore 14 presso la Camera di Commercio di Genova (via Garibaldi 4) un primo appuntamento con gli operatori pubblici e privati del comparto turistico per illustrare le opportunità offerte nella nuova programmazione comunitaria 2014-2020 per interventi in ambito turistico e per delineare gli ambiti nei quali sviluppare una progettualità condivisa.

Con l’assessore regionale Berlangieri e i rappresentanti delle aziende liguri del settore, parteciperanno ai lavori i rappresentanti della Commissione Europea, del sistema camerale ligure, dell’Università di Genova, di Anci e delle associazioni di categoria. ” Una occasione particolarmente interessante perché si colloca all’inizio della nuova programmazione europea, a pochi giorni dall’apertura del semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea. Focus dell’iniziativa è anche il consolidamento del partenariato pubblico-privato per l’utilizzo più proficuo dei nuovi finanziamenti europei‘, queste le parole dell’assessore al Turismo di Regione Liguria Angelo Berlangieri che aprirà l’Info Day con il presidente di Uniocamere Liguria Paolo Odone.
L’Info Day del turismo ligure coincide con un momento importante in quanto i programmi comunitari del comparto non hanno ancora reso operativi i bandi di gara. Tutto questo permette ai soggetti coinvolti di definire preliminarmente gli ambiti tematici sui quali sviluppare la progettazione.
E’ un passaggio preventivo molto importante, quindi. Finora, in Italia non si è fatto nulla prima del varo di una legge o di un finanziamento europeo: si è sempre pianto (invano) dopo

DATI E STATISTICHE
Resta sempre valida l’idea di un anno sabatico (il 2015, anno dell’Expò di Milano) con la riduzione della pressione fiscale sul settore. Il turismo estero in Italia nel 2013 è cresciuto del 3,1%, salvando l’annata disastrosa del turismo nazionale e dando al comparto un saldo positivo. Il PIL italiano è per il 10,3% dovuto al turismo. L’impatto economico del turismo si riflette in maniera rilevante sul mondo del lavoro, con oltre 2,6 milioni di posti direttamente e indirettamente generati nel 2013, pari all’11,6% dell’occupazione totale del Paese. Secondo il WTTC, il numero di occupati dovrebbe crescere dell’1,3% nel 2014.

Il turismo balneare estero in Italia (i dati in Liguria sono diversi) è in calo dell’1,2% nel 2013.
Analisi e indicazioni di rilancio di Matteo Caroli, ordinario di gestione delle imprese, Università Luiss Guido Carli

“Secondo i dati dell’ultimo rapporto sul turismo italiano, le presenze nel nostro paese sono calate nel 2013 dell’1,2% rispetto all’anno precedente. L’intera diminuzione è causata dalla domanda interna e riguarda in gran parte il prodotto “mare”, ad ulteriore conferma del suo lento declino in atto ormai da diverso tempo. Un regresso che non può essere accettato perché il “balneare” rimane comunque una componente centrale dell’offerta turistica, e addirittura vitale per molte delle nostre destinazioni.
Una prima ragione di questo andamento negativo deriva dal fatto che una quota rilevante del turismo balneare è determinata dal mercato nazionale; la sua contrazione è quindi diretta conseguenza del crollo subito da tale mercato in questi anni. Va poi considerato che in passato, le nostre destinazioni marittime avevano un notevole appeal anche in Europa; con l’esplosione del turismo di massa, gli altri paesi mediterranei hanno iniziato a competere in maniera aggressiva e da noi molto poco si è fatto per contrastare tale competizione. Oggi, ci sarebbe l’opportunità dei crescenti flussi turistici provenienti dai nuovi grandi Paesi; ma per le nostre destinazioni è molto difficile intercettarli: pesa l’inadeguatezza delle infrastrutture, a partire dalle connessioni aeree intercontinentali, e anche un immagine ormai di secondo piano: basti pensare che secondo “FutureBrand”, nel turismo balneare, il marchio “Italia, è solo al dodicesimo posto nel mondo (per quanto rimanga il primo in Europa).

Le attuali difficoltà del turismo balneare derivano anche da questioni specifiche. Nel caso soprattutto delle destinazioni (… SEGUE)

Assessore_Angelo_Berlangieri__444x640_

turismo italia confronto last years

turismo dati 2turismo, attività svolte

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>