Published On: Lun, Mar 5th, 2012

UDC con Giorgio Costa, Giudice perde il marchio e resta con Campodonico

Giorgio Costa e i vertici liguri UDC (Mondello, Boitano, Monteleone)

Giorgio Costa e i vertici liguri UDC (Mondello, Boitano, Monteleone)

RAPALLO. Alla presenza dei vertici liguri del partito, giunge oggi l’ufficializzazione dell’alleanza tra UDC ed il candidato sindaco Giorgio Costa. La conferma alle voci ufficiose delle scorse settimane arriva direttamente dal segretario regionale Rosario Monteleone intervenuto oggi insieme al segretario provinciale Giovanni Boitano e all’onorevole Gabriella Mondello.

Lo stemma del partito di Casini, detenuto da Gerolamo Giudice nel corso della scorsa tornata elettorale, segue anche a Rapallo le sorti nazionali. “Giudice ha espresso il desiderio di rimanere insieme a Campodonico e non ha ritenuto di sostenere questo nostro nuovo progetto – spiega Monteleoneinoltre non mi risulta sia un nostro iscritto“. Benchè il segretario regionale abbia poi dichiarato che la decisione non nasce da un desiderio di contrapposizione, rappresenta tuttavia un taglio netto con il PDL dell’attuale Amministrazione. Un processo induttivo che a partire dai singoli Comuni vuole imprimere a livello nazionale un forte segnale di svolta, captando i desideri di quei cittadini sempre più diffidenti nella politica fino a costruire non un terzo polo, ma il partito di maggioranza.

Ripetiamo a Rapallo l’esperienza dei partiti che fanno un passo indietro per aprirsi alla società civile, al mondo del volontariato, ai movimenti civici – dichiara Monteleonelo facciamo con un buon candidato, uomo di moderazione, equilibrio e senso di responsabilità. Non urlatori ma persone concrete”.

In attesa di conoscere l’elenco completo dei candidati, il segretario provinciale Giovanni Boitano svela i primi nomi: “faranno sicuramente parte della lista i due consiglieri comunali del PDL Umberto Amoretti e Salvatore Alongi” che, pur facendo parte dell’attuale maggioranza, hanno preso da diversi mesi le distanze dal il PDL (da ottobre 2011 il primo, mentre le dimissioni ufficiali di Alongi risalgono a pochi giorni or sono).

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>