Published On: Mar, Giu 18th, 2019

Una mostra d’arte in 4 diverse sedi della val Fontanabuona, dal 22 giugno

Per il terzo anno consecutivo il Lascito Cuneo, assieme alla Pro Loco di San Colombano Certenoli, organizza in Fontanabuona, con la direzione artistica di Ermanno Di Mitri, una Mostra d’Arte Contemporanea.  E lo fa in quattro diverse sedi espositive: a Calvari, a Coreglia-Piandeimanzi, a Cicagna e a Lorsica. Ventisette sono i partecipanti, con opere di pittura, grafica, scultura e fotografia. Lo scopo della mostra è, ovviamente, quello di far conoscere artisti che non sempre riescono ad avere la visibilità che meritano; tuttavia la “distribuzione” sul territorio intende dimostrare che l’arte non ha confini geografici e che certe iniziative possono essere fatte in collaborazione con altri. Anzi, proprio il concetto di collaborazione è quello che gli organizzatori hanno voluto far emergere trovando rispondenza tra gli abitanti di Pian dei Manzi, nell’associazione “il Piffero” di Cicagna e negli Amici del Museo del Damasco di Lorsica, tutti in eguale misura pronti a condividere con entusiasmo un impegno non indifferente.

La mostra resterà aperta al pubblico da sabato 22 a domenica 30 giugno con un orario – dalle 16 alle 20 di ogni giorno – che consente di visitare in un unico giro i quattro siti espositivi.  Nei giorni di domenica 23, di sabato 29 e di domenica 30 la visita potrà essere iniziata fin dal mattino, tra le 10,30 e le 12,30 e l’intervallo meridiano potrà essere eventualmente trascorso in uno dei locali “di buona cucina” della vallata.  

Il periodo della mostra coincide con due feste patronali: San Giovanni Battista a Cicagna, il 24 giugno, e San Pietro a Calvari il 29, e c’è quindi la possibilità di concludere la visita presso gli immancabili stand gastronomici allestiti nelle due località. Ma nell’ambito del programma della manifestazione non mancano altre iniziative.  A Cicagna sabato 22, alle 17, l’associazione “il Piffero” organizzerà a Villa Cavagnari un momento musicale con l’offerta di un buffet dolce accompagnato da the  marocchino; a Pian dei Manzi sabato 29 un gruppo di abitanti unitamente al Comune offrirà, alle 19, sulla piazzetta Guainazzo, un rinfresco ad artisti e visitatori; a Lorsica, domenica 30 giugno alle 18, gli Amici del Museo del Damasco e l’agriturismo “Il Sogno”, dopo la presentazione del romanzo “Il prato dei narcisi” e la lettura di alcune poesie offriranno, a conclusione della mostra, un rinfresco a quanti vorranno partecipare.

“Una così generosa ed entusiastica partecipazione a questa iniziativa – rilevano con soddisfazione gli organizzatori – è la dimostrazione che è possibile lavorare insieme. E’ un messaggio rivolto alla vallata affinchè si tornino a unire le forze per raggiungere obiettivi comuni abbandonando quel residuo di campanilismo che ancora sussiste. Pur essendo un evento limitato nel tempo la mostra in quattro diverse sedi vuole essere anche un invito a reagire a quel disorientamento che una crisi decennale ha lascito tra la gente”.