Published On: Mer, Mar 25th, 2020

Val d’Aveto a -10°, l’inverno arriva con due mesi di ritardo: danni per api e agricoltura

Come succede da qualche anno, le stagioni sono spesso in ritardo di due mesi. Così, a una settimana dai tepori di aprile, ecco tre giorni di freddo durissimo, con -10° su monte Bue (ma si veda la foto sotto: era il 4 aprile 2013), nevischio in Fontanabuona e Montallegro sopra Rapallo (se fosse stato nuvoloso, la neve sarebbe scesa molto di più), un vento polare foriero di danni. I giorni della merla a primavera…
Danni dal meteo che non ci saranno per il turismo di Pasqua (quest’anno ridotto a zero, e speriamo che il Covid-19 crepi presto per salvare la stagione estiva…). Danni che però arriveranno puntuali per l’agricoltura: i fiori abbattuti dal vento, e le api che non potranno impollinare.
Non basta il coronavirus da conte Dracula (proviene pur sempre da pipistralli e vampiri)… Ci dev’essere anche il danno perenne all’agricoltura… Quando si tornerà alle primavere descritte nelle favole?

Il Centro Meteo Arpal ha emanato L’AVVISO PER VENTO DI BURRASCA FORTE SU TUTTA LA REGIONE per la giornata di DOMANI, GIOVEDÌ 26 MARZO.
Già da OGGI, MERCOLEDÌ 25 MARZO, sono attesi venti da nord, nord-est, con rinforzi di burrasca sui rilievi e raffiche oltre 100km/h, in ulteriore intensificazione in serata. Durante la notte e le prime ore del mattino condizioni di diffuso disagio fisiologico per freddo su DE e nell’interno di ABC, localmente lungo le coste.
Per GIOVEDÌ 26 MARZO precipitazioni sparse fin dal mattino a carattere nevoso a tutte le quote su DE, sopra i 200-300m nell’interno di ABC. A fine giornata ci aspettiamo spolverate diffuse e cumulate localmente deboli su A e sulla parte occidentale di D. Su tutte le zone e per tutta la giornata venti da NordEst 60-70km/h con rinforzi di burrasca forte sui crinali e raffiche sui 120-140km/h. Mare localmente agitato sui capi di A; diffuso disagio per freddo soprattutto nell’interno.
Webcam Limet Monte Bue 4 aprile 2013, ore 12.15