Published On: Ven, Feb 10th, 2012

Val Petronio, gelo, disservizio idrico e proteste

CASTIGLIONE CHIAVARESE. Prosegue il disservizio idrico causato dal gelo eccezionale delle ultime settimane. Da martedì scorso decine di famiglie a Castiglione Chiavarese e frazioni si trovano sprovviste di acqua potabile: tantissimi i tubi rotti, i contatori letteralmente esplosi e le tubature ghiacciate dal freddo. Dopo oltre una settimana di proteste i cittadini sono esasperati: “da giorni tentiamo di chiamare Idrotigullio ma le linee sono sempre occupate e, quando finalmente ci hanno risposto, ci hanno trattato malissimo rispondendoci che ci sono anche altri paesi senza acqua e che l’unica cosa che possiamo fare è mandare un fax di mattina per segnalare i guasti – commenta Elisabetta Antonini, residente in via Rimembranze – finora non si sono visti operai e nessuno si è premunito di informarci circa la durata del disservizio, abbiamo bambini piccoli di cui uno colpito da virus, non sappiamo più come fare”. Gli estremi per denunciare un caso di interruzione di pubblico servizio non sussistono: in questo caso l’azienda non ha dato un tempo minimo per l’intervento nè un tempo massimo per la risoluzione del problema. Situazione di grave disagio anche per le attività economiche, come l’agriturismo Il Castagneto che si trova alle prese con un triplo danno: non solo un intero raccolto bruciato dal gelo, ma anche tettoie, un gazebo e tegole sollevate dal vento oltre a decine di prenotazioni disdette per la mancanza di acqua: “è da folli pensare di liquidare le segnalazioni chiedendo di inviare un fax, come possono farlo anziani o donne sole a casa con bambini’ – chiede Natalia Mazzoli, titolare dell’esercizio – a prescindere da terremoti e alluvioni, come si può pensare di riqualificare un territorio attirando residenti e favorendo le attività se al primo freddo non vengono garantiti i servizi di base?”. Il sindaco Giovanni Collorado è al lavoro dalle prime ore del giorno, quando il termometro della farmacia sulla piazza del paese segnava temperatura – 4 C°: “il nostro centralino sta raccogliendo le segnalazioni dei residenti, dopodichè inviamo noi i fax a Idrotigullio per segnalare i guasti e protocolliamo il tutto – spiega il primo cittadino Giovanni Collorado – in alcuni casi abbiamo inviato i nostri operai muniti di taniche d’acqua a casa di persone anziane e disabili”. Dai vari sopralluoghi effettuati dal sindaco e dagli operai del Comune di Castiglione Chiavarese molte tubature risultano essere scoperte e non coibentate: “paghiamo l’acqua a peso d’oro e nessuno effettua la manutenzione sulle linee – conclude Elisabetta Antonini – quando ciò era di competenza del Comune pagavamo meno e appena segnalavamo un problema partiva l’intervento”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>