Published On: Ven, Lug 15th, 2016

Valentina Ghio dichiara la cosa giusta: Basta insistere sul depuratore a Chiavari: Sestri avvierà progetto sul depuratore di vallata

Valentina Ghio ha fatto la cosa giusta: a costo di andare contro una parte del suo schieramento politico, ma a favore degli interessi della popolazione di Chiavari, di Sestri Levante e degli altri comuni del Tigullio centro-orientale, oggi ha detto che insistere a forzare la realizzazione di un depuratore sulla Colmata di Chiavari, alla foce dell’Entella, è ormai una persistenza diabolica. Aggiungiamo: autolesionista per i politici che la perseguono ancora.
Troppi problemi tecnici per la soluzione “Iren”: la scelta della foce dell’Entella, la realizzazione di una condotta sottomarina in una zona soggetta a forti correnti e mareggiate, e soprattutto i lunghissimi tempi di realizzazione.
Problemi che abbiamo sempre evidenziato. Siamo pertanto lieti di questa forte presa di posizione della sindaca Ghio, e chiediamo di procedere velocemente verso la realizzazione del depuratore di vallata.

Comunicato stampa
Oggi si è aperta la conferenza dei servizi in cui è stato presentato il progetto preliminare del depuratore comprensoriale del Tigullio Orientale.
Sono passati 10 mesi dalla decisione definitiva della conferenza dei sindaci della Città Metropolitana, sollecitata anche dalla Regione dopo anni di ritardi, sotto il rischio concreto delle infrazioni comunitarie. Mesi nei quali sono stati fatti tutti gli approfondimenti tecnici sul progetto. Una soluzione sulla quale c’è stato un ampio dibattito e anche manifestato posizioni contrastanti. La soluzione del problema è però sempre più urgente, e il tempo stringe, perché è fondamentale per i cittadini e i turisti avere impianti ambientali moderni e acque pulite.
Come Amministrazione Comunale di Sestri Levante abbiamo seguito i percorsi che da anni cercano di trovare una soluzione efficiente e più economica al problema andando verso una progettazione comprensoriale, come è accaduto a Recco per sette comuni del Golfo Paradiso, con il depuratore recentemente inaugurato.
Da tempo il Comune di Sestri Levante ha messo a disposizione anche una soluzione alternativa al depuratore comprensoriale, giudicata tecnicamente idonea per ospitare il depuratore di vallata per la Val Petronio. La principale responsabilità di un amministratore è rispondere ai cittadini e cercare risposte ai
problemi in tempi certi: da mesi abbiamo comunicato agli organi competenti che Sestri è pronta, se il progetto comprensoriale si incaglierà ulteriormente, alla soluzione di vallata per la Val Petronio, con il sito di Ramaia, ipotesi che fa seguito a valutazioni e studi sulle possibili soluzioni svolti nel passato e già
giudicata idonea dalla valutazione tecnica comparata e inserita nella delibera della Città Metropolitana approvata ad ottobre 2015.

I tempi stringono, e non sono più possibili rinvii o incertezze: nella Conferenza dei Servizi il Comune di Chiavari ha ribadito la sua netta contrarietà e sono emerse ulteriori richieste di approfondimento. Noi ribadiamo che non siamo più disponibili a ritardi, rimpalli e contenziosi: ognuno deve prendersi le proprie responsabilità per dare soluzioni al territorio.
Ribadiamo a tutti gli Enti competenti la richiesta di attivare da subito parallelamente la progettazione per il depuratore di Ramaia, a servizio dei tre comuni della Val Petronio. Se si va avanti in tempi rapidi con la soluzione unica, bene. Se ci saranno ulteriori intoppi nella Conferenza dei Servizi o in altre sedi, la
Val Petronio deve andare avanti con il suo depuratore di vallata, perché i cittadini non possono più aspettare oltre.
Il Sindaco di Sestri Levante
(Valentina Ghio)
ramaia

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>