Published On: Lun, Nov 4th, 2013

Vendita della colonia Fara: polemiche tra la minoranza

L’ex Colonia Fara di Chiavari finalmente è stata venduta. L’alternativa era aspettare ancora qualche anno un rialzo dei prezzi del mercato immobiliare (non sicuro, soprattutto se lo Stato iniziasse a vendere i suoi beni). L’asta è andata ll’unico offerente, la società Fara srl, per 6 milioni e 705 mila euro. Una cifra molto bassa indubbiamente, alla quale però c’è da aggiungere il bagno di sangue monetario che servirà per ricostruire la struttura. Compito difficile per la società che ha sede a Santa Maria del Taro ed è rappresentata da Luigino Bottini

Nell’opposizione Rombolini e Lagomarsino hanno toni più morbidi e parlano dei colpevoli ritardi sulla vendita, che sarebbero da imputare al classico gioco legale praticato dai movimenti ambientalisti per rallentare le politiche pubbliche non accettate: “La svendita è colpa  degli ambientalisti e dei loro ricorsi, non dell’amministrazione”, dicono marcando per giunta la loro differenza da Silvia Garibaldi, accusata di essere parte dell’Udc, anche se è dell’opposizione degli  “agostiniani”.

La stessa Silvia Garibaldi sottolinea invece la perdita di “almeno 3 milioni di euro, poiché l’attuale maggioranza, procedendo su una perizia sottostimata e con contenziosi ancora in corso, non ha venduto al prezzo ottimale”.

Secondo l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Levaggi “Dopo oltre vent’anni in cui tutta la zona è rimasta degradata investitori privati rischiano dei loro capitali per investire nella nostra città”.

Colonia Fara

Colonia Fara

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>