Published On: Mer, Nov 18th, 2015

Venerdi 20 novembre sciopero della Sanità anche nel Tigullio

 

Il Sindacato Unione Sindacale di Base – USB Pubblico Impiego ha proclamato lo sciopero generale nazionale del personale del Pubblico Impiego per l’intera giornata di venerdì 20 novembre 2015.

Anche Usb Sanita’ Tigullio presente nella Rsu dell’Asl4 Chiavarese invita tutti i dipendenti ad aderire allo sciopero. In un comunicato si legge:

“…Non possiamo rimanere inermi contro l’ennesimo attacco alla nostra dignita’ e ai nostri diritti di lavoratori.
E’ di 5 euro lordi mensili infatti l’aumento elemosina proposto dal Governo Renzi per i contratti bloccati da ben 6 anni. Lo stanziamento previsto per il rinnovo del contratto è di 200 milioni per il 2016, mentre nulla è previsto per il 2015 in totale contraddizione perfino con la sentenza della Corte Costituzionale che ha obbligato il Governo, suo malgrado, all’ apertura dei contratti.

-Un’ ulteriore beffa dopo che la stessa sentenza aveva dichiarato illeggittimo tale blocco ma non per il passato e quindi niente pagamento degli arretrati ;

-Un danno enorme per ogni dipendente , che secondo i calcoli dell’Istat ,e’ quantificato in 1000 euro all’anno dal 2010 al 2014 a cui va aggiunta la perdita del valore per l’aumento dell’inflazione e il danno economico che si avra’ sul futuro assegno di pensione;

L’elemosina di Renzi e’ una concezione deprecabile del Pubblico che sta producendo effetti disastrosi e che in sanità comporta conseguenze gravissime per la salute pubblica e cioe’

RINUNCIA ALLA CURA: i tagli alla spesa inducono gli italiani a curarsi meno. In questo caso, sono allarmanti i dati del CENSIS che evidenziano come il 40% degli italiani rinuncia a curarsi a causa dei ticket sempre più cari e delleliste d’attesa sempre più lunghe. Gli italiani hanno pagato di tasca propria ben 33mld di euro, uno in più dell’anno precedente!

TURNI MASSACRANTI E SICUREZZA: 70.000 infermieri mancanti! Servono almeno 150.000 assunzioni, per evitare il collasso dei servizi sanitari.

PRIVATIZZAZIONI: Pezzi sempre più consistenti di Sanità Pubblica passano in mano ai mercanti della salute con operazioni che si realizzano quasi sempre attraverso la CORRUZIONE degli amministratori pubblici.

PRECARIATO: Agenzie Interinali e Cooperative ormai gestiscono grosse percentuali di personale anche nella sanità pubblica con la logica dello sfruttamento e del profitto, in assenza di diritti per i lavoratori e di garanzia per il loro futuro.
asl4

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>