Published On: Mer, Mag 29th, 2019

Venerdi 31 maggio, presentazione del noir di Marina di Guardo (scrittrice, madre di Chiara Ferragni). Sala Bo, ore 17:30

Venerdi 31 maggio alle 17:30 in Sala Bo (Palazzo Fascie, corso Colombo – Sestri Levante) Matteo Muzio (giornalista originario di Sestri Levante, scrive per il Corriere della Sera) e Mari Rosaria Iovinella (giornalista, di Wired), presenteranno il recente romanzo di Marina di Guardo La memoria dei corpi (Mondadori, 2019). Sarà presente l’autrice.

Si tratta di un thriller avvincente, ambientato nel piacentino. Marina di Guardo è la madre della influencer Chiara Ferragni, e suocera del popolarissimo pop rapper Fedez.

Marina di Guardo è bella, solare, elegante, colta, e scrive bene. Il suo successo però -paradossalmente, ma non troppo- si fonda sulla letteratura noir, alla Nicolò Ammaniti, il quale in realtà a volte è anche espressionista e surrealista come il maestro statunitense Lansdale.
Marina di Guardo invece ha una scrittura più liscia. I suoi thriller hanno la scorrevolezza dei testi di Massimo Carlotto, e sfiorano l’hard boiled italiano (Fois e altri autori), con un coraggio nel plot e nello stile inconsueto nella scrittura italiana al femminile.

Il mix vita familiare ipermediatica e vita interiore letteraria rende Marina di Guardo una vera star…. Per intenderci, su Instagram ha più follower del Corriere della Sera. Ma è anche merito di un percorso familiare adolescenziale molto difficile e vissuto con sofferenza, dal quale l’autrice è uscita con una fuga dalla Sicilia a Milano, dove ha dovuto fare tutto da sola, dal cercare casa ai lavori più duri e umili per sopravvivere, e così -dopo due anni- tornare a casa dai genitori e diplomarsi allo stesso liceo dove ora ha presentato questo suo libro.

La memoria dei corpi è la storia di un avvocato deluso dalla vita e dall’amore che si ritira nella villa di famiglia sulle colline piacentine, zona in cui da anni spariscono delle donne.