Published On: Mar, Feb 4th, 2020

Vento di tramontana e calo della temperatura in Liguria e nel Tigullio

Il vento avrà raffiche forti fino a 70 kmh sulle coste, e di 100 kmh sui monti dell’entroterra ligure (nella Riviera ligure di Levante, vedremo i dati Arpal a Suvero e al lago di Giacopiane, luoghi dotati di anemometro).
Si comincia già oggi, martedi 4 febbraio, con venti di tramontana in progressiva intensificazione, estensione e rotazione da Ponente verso Levante.

Per MERCOLEDI’ 5 FEBBRAIO,  dalle prime ore della notte è prevista un’ulteriore intensificazione dei venti di tramontana con valori fino a burrasca forte, con raffiche fino a 70-80 km/h lungo le aree costiere, in particolare allo sbocco delle valli e in corrispondenza dei crinali e oltre i 100 km/h sui rilievi. Progressiva attenuazione dei venti a partire dal tardo pomeriggio di mercoledì fino a moderati in serata.

TEMPERATURE
Per fortuna il freddo dovrebbe bloccare le fioriture precoci, che lo scorso anno sono state causa di forti danni ad alcune coltivazioni agricole e di un crollo nella produzione del miele, dato che al caldo troppo precoce è succeduta un’ondata di freddo durante la fioritura che, quando è finita, ha lasciato il posto a un caldo troppo eccessivo e prolungato perché le api potessero raccogliere il polline.
Nel 2020 febbraio è iniziato con temperature da marzo inoltrato, ma ora il meto sta adesso cedendo il passo all’ingresso di correnti decisamente più fredde di estrazione artica. Il freddo aarriverà con un peggioramento sulle Alpi con piogge e nevicate in abbassamento di quota. I fenomeni si estenderanno alle regioni centro-meridionali, e lambiranno anche la Liguria. Il calo termico di 10 gradi in Liguria sarà però contenuto in parte dallo “scudo” degli Appennini.  

Centocroci, neve e ghiaccio – by Tigullio news