Published On: Mer, Dic 12th, 2012

Viabilità Rapallo — Santa: si proceda con tunnel o senso unico

Share This
Tags

tunnelRAPALLO. Due Comuni limi­trofi sepa­rati da secoli di riva­lità cam­pa­ni­li­sti­che. Quella tra Rapallo e Santa Mar­ghe­rita Ligure è una tre­gua pre­ca­ria, costan­te­mente appesa ad un filo che rischia di essere reciso ogni­qual­volta si parli di via­bi­lità. Fino a ieri pre­do­mi­nava la via diplo­ma­tica. Anche quando il Sin­daco Costa annun­ciava, poche set­ti­mane fa, l’installazione immi­nente di un sema­foro sulla Pagana non man­cava di pun­tua­liz­zare che la palina segna­le­tica sarebbe rima­sta fissa sul giallo (salvo lavori o impe­di­menti rile­vanti lungo il tratto San Michele — Santa Mar­ghe­rita) a monito della pre­senza di pedoni lungo la car­reg­giata priva di appo­sito marciapiede.

Ieri invece, il Con­si­gliere regio­nale (e Pre­si­dente del Con­si­glio cit­ta­dino) Armando Ezio Capurro ha ripro­po­sto, nell’aula di Piazza De Fer­rari, la rea­liz­za­zione del tun­nel Rapallo – Santa Mar­ghe­rita come opera prio­ri­ta­ria. Un tema ultra­de­cen­nale affron­tato da punti di vista anti­te­tici: inac­cet­ta­bile per Santa Mar­ghe­rita, una pana­cea ai pro­blemi via­bi­li­stici per Rapallo.

“Il no di De Mar­chi induce Rapallo a isti­tuire il senso unico sulla Pagana” ammo­niva ieri mat­tina Capurro in Regione. “Il sin­daco di Santa Mar­ghe­rita Roberto De Mar­chi ha scritto –afferma Capurro — che il tun­nel deve con­si­de­rarsi: un’opera inac­cet­ta­bile dal punto di vista ambien­tale, con­cet­tual­mente vec­chia, rela­ti­va­mente inu­tile per la stessa Rapallo, inso­ste­ni­bile e immo­rale sotto il pro­filo dei costi”.

Si tratta di una infra­strut­tura  di cui si parla da 11 anni, per la quale la Regione Ligu­ria il 3 ago­sto del 2006 insieme alla Pro­vin­cia di Genova e ai Comuni di Rapallo e Santa Mar­ghe­rita aveva fir­mato il pro­to­collo d’intesa per la rea­liz­za­zione del tun­nel Rapallo – Santa Margherita. Capurro ha per­tanto chie­sto all’assessore alle Infra­strut­ture Raf­faella Paita se la Regione ritiene ancora valida la solu­zione pro­get­tuale e quali ini­zia­tive intende adot­tare affin­ché la stessa venga concretizzata.

Nella rispo­sta l’assessore Paita ha affer­mato di rite­nere la scelta tutt’ora valida e di non con­di­vi­dere le parole del sin­daco De Mar­chi, rimar­cando però che non biso­gna sot­to­va­lu­tare la posi­zione di Santa Mar­ghe­rita in quanto per rea­liz­zare l’opera biso­gna tro­vare la con­ver­genza tra le ammi­ni­stra­zioni inte­res­sate come avve­nuto per quanto riguarda il pro­getto del tra­foro Rapallo – Fontanabuona

“Il tun­nel Rapallo — Santa Mar­ghe­rita per il quale sono stati atti­vati già dei finan­zia­menti –pro­se­gue Capurro — ser­vi­rebbe 50 mila per­sone con un costo di 50 mila di euro, un’opera prio­ri­ta­ria  al fine di sgra­vare Rapallo dal traf­fico pro­vo­cato da migliaia di mac­chine e camion diretti a Santa Margherita”.

Se l’infrastruttura non sarà rea­liz­zata al fine di tute­lare la salute e la vivi­bi­lità dei cit­ta­dini di Rapallo l’amministrazione comu­nale dovrà assu­mere delle deci­sioni, quali l’istituzione di un senso unico in dire­zione di Santa Mar­ghe­rita affin­ché buona parte del traf­fico fini­sca per essere dirot­tato sulla via Aure­lia in dire­zione del casello di Recco e la limi­ta­zione del ton­nel­lag­gio per i  vei­coli pesanti, come del resto già avviene nel tratto com­preso tra Santa Mar­ghe­rita e Portofino.

Lo scon­tro sem­bra ine­vi­ta­bile. Resta solo da capire quale: si assi­sterà all’ennesima scher­ma­glia tra Costa e Capurro o alla fine del patto di non bel­li­ge­ranza vigente tra le due cit­ta­dine? Di certo il pro­gramma elet­to­rale pre­sen­tato agli elet­tori dalla coa­li­zione di Gior­gio Costa citava ine­qui­vo­ca­bil­mente la rea­liz­za­zione del Tun­nel “Rapallo — Santa Mar­ghe­rita Ligure”, da ipo­tiz­zarsi anche nella ver­sione corta “Rapallo – Rapallo”, tra le opere via­bi­li­sti­che più impor­tanti da realizzarsi.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>