Published On: Mer, Apr 26th, 2017

Video sulla metro monorotaia di Osaka (Jp): lezioni per l’Italia regressista

E’ spaventoso scoprire quanto si sia surgelata (per colpa di politica e burocrazia, ma anche del popolo che chiede e ottiene servitù volontaria e una vita da schiavo sussidiato) l’Italia delle opere pubbliche e delle aziende floride. Sarà forse colpa delle aziende partecipate dallo Stato e da Comuni e Regioni – Alitalia è solo la prima di questa infamia– pagata da decenni da tutti i cittadini, incluso quelli che non hanno mai preso un aereo.
Si pensi a quanti decenni si sono spesi per fare a Genova una metro di soli 7 km.
Si pensi alla metro di Roma, alla situazione economica di ATAC, di AMT a Genova, di ATP nel Tigullio.
Si pensi ai bus del Tigullio, Genova, Roma. Si pensi ai vagoni delle metropolitane italiane, ai loro binari.
Poi si veda come fanno in Giappone -dove i treni TAV ad Alta velocità viaggiano sulla Shinkansen, (新幹線) la rete sulla quale viaggiano i cosiddetti “Treni proiettile” (in giapponese dangan ressha), nata con la costruzione del Tōkaidō Shinkansen.
Si pensi ai numerosi tunnel sotto il mare (altro che Ponte di Messina) a Istanbul nei Dardanelli, al raddoppio del canale di di SUEZ fatto in meno di un anno dall’Egitto (non dalla Puglia)… Al no dei pugliesi a una tubazione di un metro di diametro già realizzata dal Caucaso a qui, da far passare per pochi km. fino alla rete di gas italiana…
Si veda questo video sulla monorotaia di Osaka… 

Una stazione di Pechino

Treno Shinkansen