Published On: Ven, Apr 1st, 2016

Villa e Bagni Porticciolo, il TAR respinge i ricorsi

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Liguria ha pubblicato in data odierna i pronunciamenti relativi ai due ricorsi presentati dalla società Bliss S.R.L. in merito ai bandi di gara emessi dal Comune di Rapallo per l’assegnazione della gestione di parte dei locali di Villa Porticciolo e dell’annesso stabilimento balneare. Nel corso dello scorso febbraio la società era stata esclusa dalle gare  ed entrambi gli appalti assegnati d’ufficio agli unici altri concorrenti in corsa per i due bandi  a causa di gravi omissioni nella documentazione presentata da Bliss alle commissioni incaricate.

Omissioni che il TAR ha giudicato essere state riscontrate correttamente dalle commissioni, e quindi costituire cagione perfettamente legittima per l’estromissione della società dalle gare. Parere negativo su entrambi i ricorsi, quindi, in quanto – si legge sul sito Web istituzionale della Giustizia Amministrativa – in un caso (quello relativo ai Bagni) si riscontrava «la mancata tempestiva iscrizione della ricorrente al servizio AVCPASS e alla illegittimità del ricorso all’avvalimento per l’integrazione dei requisiti di idoneità professionale», mentre nell’altro (quello relativo ai locali della Villa) «la circostanza che l’amministratore unico e legale rappresentannte della ricorrente sig. Favari possegga l’attestato di competenza per la somministrazione di alimenti e bevande e che sia altresì amministratore unico e legale rappresentante della società Laps s.r.l. a sua volta proprietaria e esercente di un ristorante in Milano non assume rilevanza stante l’autonomia delle due società e dell’amministratore», configurando perciò una mancata attestazione delle competenze ed esperienze professionali di cui Bliss S.R.L. avrebbe dovuto essere in possesso per essere qualificata alla gestione delle attività di ristorazione la cui realizzazione è prevista nei locali oggetto del bando.

Nulla di fatto quindi per la società milanese: i Bagni Porticciolo andranno alla “Nuova Lido”, già affidataria della gestione negli anni passati, mentre la Villa andrà alla “Ponte Calvi”, già amministratrice del Castello Brown a Portofino. Sarà forse possibile ora recuperare in extremis la stagione balneare ormai alle porte, e dedicarsi finalmente alla ristrutturazione di Villa Porticciolo lasciandosi alle spalle una brutta storia fatta di inciampi e malanimi. Non resta che augurarsi che la vicenda divenga un caso esemplare per eventuali simili casi di investimenti “esterni”, e che chi vorrà portare in futuro i propri progetti a Rapallo abbia ben presente che concorrenza e spirito d’iniziativa sono cosa buona e giusta, ma occorre sempre che siano accompagnati da attenzione e competenza.

Villa Porticciolo con gli annessi Bagni

Villa Porticciolo con gli annessi Bagni

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>