Published On: Lun, Ago 3rd, 2015

Vittorio Podestà trionfa ai mondiali di handbike con tre ori (uno con Alex Zanardi)

Tre medaglie d’oro per il chiavarese Vittorio Podestà -campione mondiale in ben 3 specialità dell’handbike: medaglia d’oro a squadre, con Alex Zanardi e Luca Mazzone, poi con l’oro per la cronometro di venerdi scorso e infine con la vittoria per ampio distacco nella gara in linea su strada.

Il trionfo di Podestà si è avuto a Nottwil in Svizzera, ed ha avuto i giusti onori su molti organi di stampa tra cui il primo quotidiano italiano, La Gazzetta dello Sport.
Nella crono Podestà ha dominato battendo il favorito atleta svizzero Heinz Frei, che invece è arrivato secondo a 28”, davanti a un altro svizzero, Lukas Weber (in ritardo di 45”). “E’ una soddisfazione pazzesca” ha detto il 42enne del team “A ruota libera” di Chiavari.

Nella gara in linea di domenica 2 agosto, a conclusione dei mondiali, Podestà ha vinto la terza medaglia d’oro, sempre davanti ai due svizzeri della crono Frei e Weber, lasciati indietro con un margine micidiale: 3’ 17’’ su Frei e 4’ 29’’ su Weber.

Podestà alle paraolimpiadi del 2012 aveva conquistato un argento e due terzi posti, mentre nei mondiali del Canada era risultato primo nella competizione a squadre e nella cronometro, e terzo nella gara in linea. Nel 2014 negli Stati Uniti, due ori e un argento. Ora è arrivata questa storica tripletta, che sarebbe fantastico replicare nelle paraolimpiadi di Brasile 2016.

A settembre Podestà gareggerà in Sudafrica per la Coppa del Mondo.
Ma è tutta la nazionale italiana ad avere fatto scintille: gli italiani tornano dai Mondiali di Nottwil con un bottino di 9 ori, 1 argento e 5 bronzi.

Vittorio Podestà merita un ringraziamento ufficiale da parte del Comune di Chiavari e anche dalla Regione.

Vittorio Podestà

Vittorio Podestà

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>