Published On: Mer, Giu 26th, 2013

Votato in Regione all’unanimità documento sulla raccolta rifiuti

Il testo votato all’unanimità dall’Assemblea Legislativa della Liguria, riunitasi oggi per affrontare il tema della raccolta differenziata, impegna l’Amministrazione Regionale a presentare al Consiglio una proposta dettagliata che definisca tutte le ipotesi di smaltimento della quota residua di rifiuti indifferenziati, tenendo conto di tutte le tecnologie esistenti, ad accompagnare le proposte con i relativi costi e fonti di finanziamento  e ad individuare le modalità per raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata fissati a 65% per il 2015. In Liguria si è al di sotto di questa soglia in quasi tutti i Comuni, anche se in Regione ogni anno si producono ben 977 mila tonnellate di rifiuti urbani. “Anche se fossimo in regola con le percentuali di raccolta differenziata dovremmo sempre  fare i conti con 300/500 mila tonnellate di rifiuti che devono essere smaltite in qualche modo”, dice Luigi Morgillo (opposizione, Pdl).
L’unica soluzione è quella adottata in tutte le nazioni ambientaliste per davvero, e non per populismo, integralismo o -peggio- lobbismo. Parliamo di Svezia, Uk, Norvegia, Danimarca, Germania etc., dove la spazzatura italiana viene utilizzata per creare energia elettrica gratuita per i nordeuropei, e pagata due volte da noi.
Non possiamo più permetterci di ignorare la trasformazione dei rifiuti in energia, nemmeno per un giorno di più.
Servono due discariche regionali, moderne e dotate di un impianto simile a quello che c’è nel centro di Copenhagen… Biomasse o altra tecnologia, ma presto: è l’unico modo per risolvere un problema altrimenti irrisolvibile.

copenhagen 2

rumenta danimarca

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>