Published On: Mar, Gen 31st, 2017

Wylab: arrivati molti progetti per nuove startup; collaborazione con le scuole

Non male alcune delle businness ideas presentate alla gara per startup Chiavari crea impresa. utti sappiamo quanto attorno alle start up ruoti lo sviluppo economico e quindi anche il denaro per creare welfare non a debito e un più alto grado di cultura e know how tra la popolazione. Sviluppo ottenuto tramite ciò che alcuni si ostinano a chiamare con disprezzo liberismo, magari gli stessi che utilizzano computer, riscaldamento, energia solare e altre “diavolerie” del genere. Viva le startup, quando sono la sintesi di scienza, creatività, libertà economica.

Realizzare piste di ghiaccio sintetico; coltivare le alghe in serra a fini gastronomici e per conservare l’ambiente marino; sviluppare un’applicazione che metta in contatto diretto coltivatore e consumatore per portare ogni giorno in tavola prodotti a chilometro zero; produrre occhiali da vista componibili. Sono queste alcune delle oltre 100 idee arrivate a Wylab nell’ambito di “Chiavari Crea Impresa”, organizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano, le cui iscrizioni si sono chiuse ieri sera. Un autentico boom, tantissime domande in poco più di due settimane che dimostrano la grande voglia di giovani e meno giovani di mettersi alla prova: il 70% delle proposte arriva direttamente dalla Liguria. A farla da padrone, con oltre 40 idee presentate, il settore “Food & Tourism“, una delle quattro categorie in gara insieme a “No Profit”, “Creativity & Design” e “Industrial“. Le proposte ritenute idonee saranno ammesse alle tre giornate di “Design Thinking”, il 4-5-11 febbraio, in Wylab. Saranno presenti tutor del Politecnico di Milano, che aiuteranno i partecipanti a capire se quella lampadina accesa può generare business. Le migliori idee, una per ogni categoria, verranno premiate il 24 febbraio: in palio tre mesi di tutoring e incubazione all’interno di Wylab.

Buone notizie anche sul fronte della didattica. Wylab collaborerà a un progetto dell’Istituto Comprensivo Chiavari 2 che ha vinto un  bando del Ministero dell’Istruzione per finanziare la realizzazione di un cosiddetto “Atelier creativo”. Il progetto presentato dall’IC Chiavari 2 ha ottenuto il secondo posto in Liguria, che garantisce l’arrivo di 15 000 euro da utilizzare per concretizzare l’iniziativa. Si prevede la realizzazione di un  “Fab-Lab”, uno spazio nel quale gli alunni potranno sviluppare conoscenze di coding e robotica per la realizzazione di prodotti digitali (app, giochi, dispositivi interattivi, robot), modellizzazione 3D e grafica digitale, con progettazione e produzione di oggetti e supporti per la comunicazione visiva, realizzazione di modelli, decorazioni, allestimenti in materiali vari e produzione di musica digitale (song writing).

Lo spazio individuato per la realizzazione dell’atelier è situato al piano terra dell’edificio che ospita la scuola secondaria di I grado “Ilaria Alpi”. Il Fab-Lab potrà contare sulla collaborazione di WYLAB, che, quale incubatore di idee e spazio di coworking digitale per i giovani neo-diplomati o laureati, metterà a servizio della scuola la propria professionalità per la progettazione degli spazi e delle attività. Nascerà infatti “WYLAB for Kids”, una succursale per bambini e ragazzi che funzionerà come una vera e propria Tinkering Zone, un incubatore di idee con annessa officina per gli studenti delle scuole dell’Istituto, a cominciare dalle scuole dell’infanzia.