Published On: lun, Apr 9th, 2018

Zoagli, sabato 14/4 prima edizione per il premio “Sportivo dell’anno e una vita per lo sport”

Dall’ufficio stampa del Comune di Zoagli riceviamo il seguente comunicato:

Si svolgerà sabato 14 aprile alle ore 11 presso la sala consiliare del Comune di Zoagli la cerimonia della prima edizione ufficiale di consegna del premio “Sportivo dell’anno e una vita per lo sport” anno 2018 destinato ad atlete, atleti, associazioni sportive, dirigenti sportivi  che si siano particolarmente distinti a livello sportivo o sociale.

Il premio è istituito con l’obiettivo di valorizzare lo sport e nel contempo sensibilizzare con un esempio positivo e virtuoso tutte le persone che praticano o si avvicinano allo sport. Ideatore e fondatore di questa importante iniziativa è il Consigliere Comunale con delega allo Sport Massimiliano Amantini che informa che «Il premio Sportivo dell’anno e una vita per lo sport è una mia iniziativa che avevo già ideato nell’ormai lontano anno 2000; mantenendo sempre viva e forte la tenacia nel perseguire questo importante e fondamentale obiettivo, sono finalmente riuscito a inserire questo premio fra quelli di rilevanza e risonanza a livello nazionale. Il premio non è soltanto un riconoscimento agli sportivi in carriera, ma anche a quelli che, terminata l’età delle competizioni, continuano la loro opera promuovendo una qualsiasi disciplina sportiva tramite l’insegnamento oppure praticando uno sport in maniera attiva e appassionata».

«Quest’anno sono stati segnalati i seguenti sportivi di eccezionale livello: Alba Caffarena, Mario Costa, Fabio De Ponti, Luca De Ponti, Falcini Giovanni, Marchese Ornella, Medone Enrico, Melani Paolo, Noziglia Cinzia, Osimani Adriano e Rossi Stella. La giuria è formata da quattro giornalisti di elevatissima esperienza sportiva: Andrea Ferro (Secolo XIX), Gabriele Ingraffia (Secolo XIX), Luca Lavagetto (TeleGenova) e Andrea De Marco (Mediaset Premium), insieme a due rappresentanti di associazioni sportive locali, Paolo Melani e Livio Ghisi, che si sono impegnati al massimo per designare i due vincitori delle rispettive categorie sportive; i nomi sono un’assoluta sorpresa e saranno resi noti solo il giorno del premio».

«Ricordo inoltre che il premio Sportivo dell’anno e una vita per lo sport è un atto del consiglio comunale approvato all’unanimità su mia proposta e quest’anno vedrà la sua luce in veste ufficiale. Inoltre potremo disporre di un albo d’oro da dedicare a tutti i premiati e, in particolare, per i due vincitori; con questo concorso si è voluto dare importanza non solo agli agonisti e alle loro prestazioni, ma anche a chi dedica tutta la sua vita per lo sport. L’intenzione di questa manifestazione è quella di promuovere l’attività sportiva in quanto costituisce un fondamentale elemento di coesione e di promozione umana e sociale. I risultati vengono raggiunti attraverso l’attività svolta sia da associazioni sportive che da singoli individui permettendo di raccogliere entusiasmi giovanili verso discipline sportive che in molti casi vengono poi assiduamente praticate anche in età adulta».