Published On: mer, Lug 12th, 2017

Zoagli, una serata di musica dialettale con i “Mandillä” e la musica di Fabrizio de André

Alle 21 di oggi mercoledì 12 luglio si terrà in piazza XXVII Dicembre a Zoagli il concerto del gruppo “I Mandillä”, omaggio a Fabrizio de André in lingua genovese.

Di seguito il comunicato stampa inviatoci da Isabella Puma, addetta stampa del Comune di Zoagli:

I Mandillä sono un progetto musicale unico in Italia, la cui peculiarità è quella di aver riletto l’opera di Fabrizio de André reinterpretando, esclusivamente in dialetto genovese, alcuni dei più famosi brani del grande cantautore. A personali arrangiamenti di canzoni già originariamente scritte in dialetto (Crêuza de mä, Â duménega, ecc.), si affiancano, e sono la maggior parte, altre canzoni (Bocca di rosa, Via del campo, Un giudice) il cui testo è stato tradotto dal gruppo dall’italiano alla lingua genovese.

In attività dal 2008, dopo molti concerti e collaborazioni dal vivo con artisti della scena genovese, i Mandillä hanno realizzato nel 2013 un CD autoprodotto, Mandillä da o-vivo, che raccoglie 11 canzoni eseguite dal vivo in occasione di un concerto al Teatro Lux di Sestri Levante. Con questo CD il gruppo ha partecipato  alle selezioni per il Premio Tenco venendo inseriti nei primi 10 dischi dialettali dell’anno. Nel 2014 hanno partecipato all’omaggio per i 30 anni dell’uscita di Crêuza de mä. Da circa un anno presentano inoltre uno spettacolo con canzoni originali, di loro composizione, sempre in dialetto genovese, che raccontano usanze, storie e leggende del nostro territorio.

Dal punto di vista musicale, pur restando fedeli allo spirito folk che caratterizzava il loro precedente progetto, hanno cercato di variegare il più possibile le sonorità guardando da un lato alla canzone d’autore, da cui la maggior parte di loro proviene, e dall’altro alle contaminazioni rock e jazz, per il gruppo sempre fonte di ispirazione. Con questo nuovo progetto sono stati ospiti per tre volte al Festival della canzone dialettale di Albenga vincendo lo scorso anno il Premio della Critica e aggiudicandosi il secondo posto nella categoria gruppi della classifica finale. Quest’anno invece si sono aggiudicati il premio come miglior testo.

I Mandillä sono composti da 6 elementi:

Giuseppe Avanzino (voce, traduzioni)
Marco Raso (fisarmonica, cori)
Pierpaolo Ghirelli (chitarre)
Michele Marino (basso e contrabbasso)
Marco Vaccarezza (percussioni)
Laura Merione (violino)