Published On: Mar, Gen 21st, 2020

A Sestri Radio Marelli, pièce teatrale dal diario di Lino Costa. Domenica 26, ore 21

“Radio Marelli”, testo drammaturgico tratto dalle memorie di Lino Costa, ex deportato, sarà presentato a Sestri Levante, teatro della Lavagnina, alle ore 21 di domenica 26 gennaio. 

“Radio Marelli” è prodotto dal Gruppo Città di Genova, per ricordare il 27 Gennaio, la Giornata della Memoria, e celebrare un cittadino di Sori, Paolino, detto Lino, Costa. Si tratta della rivisitazione drammaturgica del suo diario, scritto a mano e con una bella grafia, in cui Lino ha voluto raccontare la propria esperienza da ex deportato nel campo di lavoro di Dachau durante la Seconda Guerra Mondiale.

Il diario è stato reso drammaturgicamente da Ivano Malcotti, dopo aver letto il testo e averlo discusso con la moglie di Costa. “Il testo l’ho dato all’unico professionista del gruppo, Giorgio De Virgiliis.

Dice Malcotti: “Il diario inizia nel 1940 quando Lino aveva 17 anni; da lì il racconto della deportazione nel ’43: era andato in Piemonte per aiutare i partigiani, cui papà, ciabattino, faceva le scarpe. I fascisti fecero una retata e loro furono arrestati: il padre rilasciato e Lino portato prima a Marassi e poi nel campo di Dachau, da cui è uscito solo con la liberazione da parte degli Alleati. Quando è tornato a Sori era irriconoscibile: pesava solo 30 chili. Distrutto nel fisico, è rimasto cagionevole di salute per tutta la vita. Ma ha scritto appositamente per i ragazzi il memoriale, anche se ormai sembra che l’interesse per la Resistenza sia poca apprezzata. La vedova ne ha fatto alcune copie, ma dal momento che col tempo l’interesse viene scemando, quando la signora Gianna mi ha contattato ho deciso di buttarmi in questo progetto.”

Giorgio De Virgilis, il regista, ha 84 anni e alle spalle 50 di palcoscenico: il suo ultimo lavoro è stato in “Don Matteo” con Terence Hill. Suo padre era un famoso pittore, suo nonno un artista del cinema muto, e lui, anche se non è stato primo attore, ha lavorato con i più grandi registi, come Strehler, e ha esperienza internazionale.