Published On: Mer, Mag 30th, 2018

Differenziata e riciclo: Sestri modello da imitare

A Sestri Levante la raccolta differenziata è in costante crescita. Gli ultimi dati relativi al 2017 parlano del 76,67%, in avanti rispetto al 2016 (75,76%) ed al 2015 (71,27%).

La Sindaca Valentina Ghio ha appena firmato ed inviato la presa d’atto dei risultati alla Regione Liguria, che entro giugno emetterà una delibera sulla situazione nei diversi Comuni.

Un percorso iniziato nel 2014, quando la percentuale si attestava al solo 32,10%. Da allora si è fatta molta strada, superando già nel 2015 la quota del 65%, l’unico tra i Comuni oltre i 15.000 abitanti. Le sanzioni sono in diminuzione, ma restano attive come efficace strumento di indicazione dei comportamentiu corretti. Un sistema virtuoso che ha cominciato a mostrare i suoi effetti sulla TARI: “Per il primo anno siamo riusciti a diminuire del 3% la tassa rifiuti, ciò premia l’impegno dei cittadini e segna il raggiungimento di uno degli obiettivi dell’Amministrazione Comunale”, spiega il Sindaco.

Insieme alla differenziata, si alza anche la qualità dei rifiuti consentendo di aumentare le percentuali di riciclo. Sotto questo aspetto positiva anche la valutazione del Mercato del Riuso e il Centro di Raccolta Urbano, inaugurati lo scorso anno: nel  2017 i ritiri presso il Mercato sono stati quasi 5.500, corrispondenti a circa 30.000 kg di oggetti destinati “a nuova vita”. Grande richiesta di oggetti per la casa, ma anche libri, giocattoli ed oggetti per l’infanzia. “A prelevare non solo i cittadini di Sestri, ma anche gli abitanti di Comuni limitrofi, e turisti da fuori Regione”, continua Valentina Ghio.

Il Mercato del Riuso consente non solo di risparmiare il costo di smaltimento/trattamento di tali oggetti, ma anche di rimettere in circolazione beni con valore economico talvolta anche significativo, con un’importante ricaduta sociale per le famiglie meno abbienti, sottolinea l’Amministrazione. Un’iniziativa all’avanguardia, presa a modello da altri Comuni, gestori della raccolta dei rifiuti, associazione ambientaliste. Inoltre, è stato chiesto di ampliare l’orario di apertura.

Per gli ottimi risultati raggiunti, nel 2017 Sestri Levante ha ricevuto il Premio Comuni Virtuosi ed il riconoscimento “La Città per il Verde”come “Comune più organico”. “La percentuale dell’80% è un traguardo cui aspiriamo, tutto ciò ha un particolare valore se consideriamo la vocazione turistica di Sestri, oggetto di continue visite, che in estate vede aumentare la sua popolazione, con persone i cui comportamenti non possono essere ricondotti al sistema di raccolta”.

Proprio quale città turistica, nell’eventualità di una introduzione della tariffa puntuale, cioè basata sull’esatta quantità di rifuti prodotti, Sestri chiederà dei correttivi.