Published On: Gio, Mag 24th, 2018

Sabato “Chiavari in giallo”: Massimo Ansaldo vs l’inglese Padre Brown

Nuovo appuntamento con la fortunata rassegna “Chiavari in giallo”, ideata dalla Società Economica e dedicata ai giallisti liguri. Gli scrittori sono interrogati dai più celebri investigatori della letteratura di genere, impersonati da Miro Gatti. Sabato prossimo 26 maggio sarà la volta di Massimo Ansaldi, messo sotto il torchio da Padre Brown.

“Un prete cattolico-romano di statura bassissima, che veniva da un villaggetto dell’Essex (…) Quel pretucolo era proprio l’essenza delle pianure dell’Essex: aveva un viso rotondo e inespressivo come gnocchi di Norfolk, gli occhi incolori come il mare del Nord, e recava parecchi involti di carta scura, che non riusciva a tenere riuniti. (…) “. E’ la prima apparizione di padre Brown nel racconto La croce azzurra, così descritto dal suo autore, Gilbert Keith Chesterton. Era l’anno 1911, il racconto apparve su di una rivista inglese e successivamente fu raccolto ne L’innocenza di padre Brown (The Innocence of Father Brown), e fu la prima apparizione di una lunga, fortunata serie. Presbitero e acuto investigatore, protagonista di oltre cinquanta racconti gialli, in Italia padre Brown è noto soprattutto attraverso l’interpretazione di Renato Rascel nella miniserie televisiva I racconti di padre Brown.

 

Chi è Massimo Ansaldo:

Nato nel 1959 a Varazze, vive attualmente a La Spezia. Oltre a esercitare la professione di avvocato sia a Genova sia a La Spezia, ha collaborato con diverse associazioni culturali . E’ cofondatore dell’associazione culturale Chersterton’s cigars and spirits club di La Spezia, da cui si capisce la scelta di farsi interrogare dal più improbabile degli investigatori, creato dalla penna dell’autore inglese. Nel 2014 Ansaldo ha pubblicato con la casa editrice Leucotea Project il libro “Macerie”, un giallo ricco di colpi di scena che mostrano al lettore come ogni persona sia alla ricerca di qualcosa che renda la loro esistenza più significativa e reale.

ore 17 Sala Ghio-Schiffini, via Ravaschieri 15, Chiavari.