Published On: Sab, Gen 28th, 2017

Sarebbero radioattive alcune carni bovine biologiche in val di Vara

Sono state trovate tracce di radioattività in alcuni buoi da carne e nel foraggio utilizzato da un’azienda biologica zootecnica a Rocchetta Vara, provincia di La Spezia. L’allevamento fa parte del distretto biologico della val di Vara, molto conosciuto non solo in Liguria. Tutta la zona è nota come la valle del biologico, tanto che Varese Ligure è un Comune certificato dalla UE per la sua qualità ambientale.
I dati allarmanti sono stati rilevati da parte degli ispettori veterinari della ASL5, alcuni mesi fa. La strumentazione ha evidenziato la presenza di Stronzio 90 (metallo radioattivo pericoloso) e di potassio 40, sia nel foraggio sia nella carne di due animali che sono stati abbattuti.

Per la ASL di La Spezia non ci devono essere allarmi per i consumatori, perché -oltre agli animali abbattuti- anche gli altri sono stati isolati cautelativamente.
Probabile che la causa di radioattività sia dovuta al foraggio, forse comprato all’estero.
Intanto sono state condotte analisi anche sull’acqua utilizzata per abbeverare gli animali dell’allevamento.
Ma è anche possibile che si tratti di un dato falsificato dal cattivo funzionamento degli strumenti utilizzati dalla ASL5, cosa che ci sembra possibile, conoscendo la qualità ambientale dell’Alta val di Vara.

In ogni caso le nuove analisi su foraggi, carni, acqua e terreni della zona saranno condotte dall’Agenzia regionale ARPAL. Si spera in tempi brevi, così che non ci siano danni economici a un territorio in cui vivere e produrre ricchezza è già molto difficile, anche se è una splendida parte della Liguria.

Suvero (comune di Rocchetta Vara)